foto_bambino_in_ospedale

Viene abbandonato tra i rifiuti: neonato vivo per miracolo

Vivo per miracolo dopo essere stato abbandonato tra i rifiuti

Ha dell’assurdo quanto successo in Sudafrica, dove un neonato è stato abbandonato tra i rifiuti dell’immondizia ed è stato miracolosamente ritrovato vivo. Un infante è stato infatti messo in un sacchetto di plastica e gettato nella spazzatura. Il deplorevole gesto è accaduto a Verulam, città sudafricana a Nord di Durban.

La terribile storia

A riportare la storia è il Times Live, che ha ricostruito la vicenda. Il piccolo è stato ritrovato lunedì 14 gennaio grazie alla segnalazione di un passante che ha sentito le lacrime di un bimbo provenienti dalla spazzatura. Se l’uomo non avesse immediatamente allarmato la polizia, probabilmente il piccolo sarebbe morto: di lì a poco infatti è passato il camion della raccolta dei rifiuti, e probabilmente per il neonato non ci sarebbero state speranze.

Leggi anche: Neonato abbandonato nel passeggino sotto il sole: i genitori stavano facendo shopping

La madre arrestata per abbandono di minore

Ora la madre, donna di 31 anni di cui non sono state diffuse le generalità, dovrà rispondere di abbandono di minore. Il suo avvocato Ricky Ramouthar ha dichiarato che la donna è attualmente in cura perché affetta da depressione.

foto_neonato_abbandonato
Un paramedico vicino alla spazzatura in cui è stato abbandonato il piccolo. Foto: Reaction Unit South Africa

La donna era depressa

Durante l’udienza la donna sarebbe rimasta in silenzio, con le mani in volto. Nell’aula di Tribunale il difensore della madre del piccolo ha anche rese note le gravi difficoltà economiche dovute al suo stato di disoccupazione.

Leggi anche: Abbandona figlia neonata in cantina: colpa della depressione post partum

La segnalazione

La portavoce della polizia, il colonnello Thembeka Mbele, ha detto che il neonato è stato ritrovato abbandonato vicino a una pattumiera nel sobborgo di Everest Heights.

È stata ricevuta una chiamata che chiedeva assistenza dopo che un passante, un abitante del posto, ha sentito un bambino piangere in un sacco della spazzatura che era legato e scaricato sul ciglio della strada

.

Ora la nuova udienza è fissata il prossimo 30 gennaio.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *