foto_asilo

Torino, arrestate due maestre di asilo nido per maltrattamenti

Torino, in manette due maestre

Ancora un caso di maltrattamenti ai danni di poveri bambini. Stavolta a finire in manette sono state due maestre di un asilo nido di Torino, arrestate con l’accusa di maltrattamenti aggravati verso minori dai 3 mesi ai 3 anni. Non solo: le due non avrebbero nemmeno rispettato le norme igieniche che una struttura del genere richiederebbe.

La storia

Le due maestre arrestate sono mamma e figlia, che insieme gestivano un asilo nido al centro di Torino. Dalle indagini svolte dalla Questura è emerso anche che nella struttura vi erano più iscritti di quanto effettivamente stabilito per legge.

Leggi anche: Bimbi nella cuccia del cane: arrestati i titolari di un asilo nido

foto_nido

Stando a quanto riportato da La Repubblica, è stato proprio questo il motivo che ha spinto le due a maltrattare i piccoli: gli iscritti erano troppi, ecco perché li lasciavano in una una mansarda non autorizzata senza riscaldamenti, malmenandoli e strattonandoli, senza cibo. In questo modo di sarebbero ammalati.

L’indagine

L’indagine della polizia sarebbe scattata in seguito alla denuncia di alcuni dipendenti. Tutto è partito lo scorso novembre, quando la Squadra Mobile della Questura di Torino ha iniziato ad accertare le tante e gravi irregolarità nella gestione dell’asilo.

Leggi anche: Isernia, picchiavano e insultavano i bambini: due maestre sospese (VIDEO)

La giustificazione di una maestra

Il mio errore è stato quello di pensare ai bimbi del nido come se fossero i miei bambini

la vergognosa giustificazione di una delle maestre arrestate, a cui ha fatto eco il suo avvocato:

La mia assistita ha ammesso alcune situazioni che non erano perfettamente compatibili con un nido, ma ben lontani dall’essere qualificabili con maltrattamenti. Un esempio? Il fatto che non permettessero ai bambini di dormire alle 10 del mattino era semplicemente per abituarli a un corretto alternarsi di sonno e veglia

.foto_nido

Sul presunto scambio di ciucci e cucchiaini tra i bambini ad opera delle maestre, l’avvocato ha fatto sapere che si trattava di isolati.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *