foto_cardito

Napoli, bimbo di 7 anni ucciso a colpi di scopa: il motivo è assurdo

Napoli, tragedia indicibile

È una di quelle storie che non si vorrebbero mai raccontare. Nella giornata di ieri, in provincia di Napoli, un bambino di sette anni è stato ritrovato morto all’interno di un’abitazione in via Marconi, a Cardito. Anche la sorellina, di 8 anni, è stata ritrovata esanime ma ancora viva, ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santobono di Napoli. Un terzo minore, di 4 anni, è fortunatamente illeso.

Il motivo assurdo

La Polizia è stata allertata da una telefonata che segnalava una lite in famiglia. Gli inquirenti, giunti sul posto, hanno interrogato la mamma dei tre bimbi ed il compagno della donna, al momento in stato di fermo per l’omicidio.

foto_arresto

L’uomo, di 24 anni, pare che si sia accanito contro i due bambini più grandi nati dalla precedente relazione della compagna con un altro uomo. La “colpa” dei figli sarebbe stata quella di essere troppo coccolati dalla madre, rea di riservare loro attenzioni eccessive.

Leggi anche: Bimbo costretto a vivere in un sottoscala senza cibo: la storia shock

L’uomo, ora in stato di fermo: “Sono caduti dalle scale”

Il bambino è stato ritrovato morto sul divano di casa, la sorellina invece è stata rinvenuta col volto tumefatto. La mamma, in stato di shock, ha raccontato agli inquirenti di non essere in casa al momento dell’aggressione, mentre il compagno ha detto che i bambini erano “caduti dalle scale.” Secondo alcune testimonianze di vicini di casa, non era la prima volta che il ventiquattrenne, italiano con genitori tunisini, picchiava i figli più grandi della compagna. Stavolta, ad uccidere il primogenito, sarebbero stati dei colpi inflitti con un manico di scopa.

La bimba non è in pericolo di vita

La sorellina della vittima, di soli sette anni, è al momento ricoverata all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Il suo bollettino medico parla di «trauma cranio-facciale e contusioni multiple per il corpo da percosse», ma la piccola non sarebbe in pericolo di vita. Domani mattina verrà emesso un nuovo bollettino medico.

Leggi anche: Spinge il figlio a terra e lo uccide: mamma ventiseienne arrestata

foto_ospedale

Le parole del Sindaco

Il sindaco di Cardito Giuseppe Cirillo ha parlato ai microfoni dei cronisti presenti fuori l’abitazione in cui è avvenuta la tragedia: ecco le sue dichiarazioni, riportate da Leggo.

Sono sconvolto, non si può morire così. Queste cose le vedi in tv ma quando capitano sulla tua pelle non riesci a capacitartene», ha aggiunto il sindaco precisando che la famiglia non era seguita dai servizi sociali perché fino a questo momento non c’erano stati mai problemi. La mamma dei bimbi non la conoscevo perché veniva da un altro paese della zona.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *