spiegare la sessualità ai bambini

La sessualità va spiegata ai bambini: il metodo danese

Parlare di sessualità ai bambini: il metodo italiano è arcaico e sbagliato

Spesso vediamo la sessualità come qualcosa di cui vergognarci, come se bisognasse tenerla nascosta, in un angolo segreto, e non bisognasse parlarne con nessuno. La sessualità in Italia è dunque un argomento tabù, soprattutto in famiglia. I bambini non conoscono cosa sia la sessualità ma lo vengono a scoprire con il passare degli anni, intorno ai 12-13 anni, quando entrano in un contesto come quello delle scuole medie e si affacciano all’adolescenza. Secondo gli esperti però è sbagliato non parlare con i bambini di sesso, non spiegare apertamente cosa sia e tenere segrete cose che sono naturali. L’insegnamento su come comportarci con i nostri figli ci arriva dai Paesi Scandinavi, e in particolare dalla Danimarca.

Sessualità, come spiegarla ai bambini con il metodo danese

Secondo gli esperti, il metodo utilizzato in Danimarca per parlare ai bambini di sessualità rappresenta un importante modello con da seguire per avere una vita appagante e serena. Questo modello innanzitutto non vede la sessualità come un tabù ma come una parte importante della nostra vita della quale si può parlare, anche con i bambini. C’è dunque bisogno di un dialogo e un confronto molto aperto su questi temi, a partire dall’infanzia. Si può iniziare a parlare ai propri figli di sessualità a partire dai 4 anni. La Danimarca è uno dei Paesi più felici del mondo, e dunque seguire i loro consigli non farà certo male a nessuno! La psicologa Jessica Alexander ha spiegato come fare, dando in particolare 5 consigli ai genitori che vogliono un rapporto sereno e aperto con i propri figli.

parlare di sesso ai bambini

Leggi anche: Il metodo danese per crescere i figli è il migliore: le 6 regole da seguire

“Non abbiate timore”

L’argomento della sessualità non è semplice, soprattutto se bisogna trattarlo con un bambino. Secondo l’esperta non bisogna entrare nell’ansia o avere paura, ma trattare il tema con tranquillità. Bisogna parlare con i propri figli di sessualità il prima possibile, e farlo con coraggio e delicatezza, senza essere imbarazzati.

Leggi anche: Spiegare l’omosessualità ad un bambino

“Cercate di dialogare con i vostri figli”

I figli devono capire che i genitori ci saranno sempre nel momento del bisogno, anche per temi del genere. Il confronto è sempre positivo e aiuta a maturare e a crescere. Per questo motivo è importante che i bambini, fin dall’infanzia, sappiano di poter fare affidamento sui propri genitori anche per parlare di temi così difficili. Bisognerà essere con loro comprensivi e onesti,senza farsi prendere dall’imbarazzo.

sessualità

“Insegnate loro la felicità del corpo”

È importante prendersi cura del proprio corpo, imparare a conoscerlo e sapere come funziona. Il nostro benessere emotivo e mentale dipende anche molto dal corpo ed è dunque importante saper comprendere i propri bisogni.

“Parlate con loro della tecnologia (il prima possibile)”

Nella prima adolescenza i ragazzi iniziano ad utilizzare in modo consapevole pc e smartphone. Utilizzando dunque la tecnologia, potrebbero trovarsi davanti ad immagini o video che potrebbero scandalizzarli. Secondo la psicologa, bisognerebbe spiegare loro che le immagini non corrispondono alla realtà, ma che sono ritoccate o manipolate. Non dovranno infatti avere una visione sbagliata del sesso.

“Cercate il supporto degli altri genitori”

Bisognerebbe cercare il confronto non solo con i propri figli, ma anche con i genitori dei loro amici, che sicuramente staranno attraversando situazioni analoghe in famiglia.

parlare di sessualità

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *