foto_cimitero legnago

Il figlio nasce morto e non ha soldi per seppellirlo: l’amara decisione della mamma

La mamma non può permettersi di seppellirlo: ecco cosa fa

È straziante la storia che proviene da Legnago, in provincia di Verona. Una donna, trentenne dell’est europeo, ha preso un’amara decisione riguardo il figlio, nato già morto. Non potendosi permettere le spese per il suo funerale, è ricorsa ad una tragica scelta: quella di non riconoscerlo.

La storia

A ricostruire i fatti è stato il giornale locale L’Arena. Stando a quanto riportato dal quotidiano, la donna, quasi allo scadere della gravidanza, è stata costretta al ricovero d’urgenza a causa di alcune complicazioni. Nell’ospedale “Mater Salutis” ha partorito, ma il cuore del piccolo aveva già smesso di battere.

Leggi anche: Incinta aspetta due ore al pronto soccorso: il bimbo nasce morto

foto_ospedale

L’amara decisione

A supportare la giovane in questo terribile momento, non c’era nessuno. La 30enne infatti, single e disoccupata, non ha familiari a cui rivolgersi e chiedere aiuto. Nell’impossibilità di donare al figlio una degna sepoltura, la donna ha dunque scelto di non riconoscere il piccolo, rimasto così senza nome.

Leggi anche: Malata di tumore rifiutò le cure per far nascere il bimbo: morti entrambi

La scelta del Comune

È stato poi avvisato l’ufficio di polizia mortuaria del municipio di Legnago, che a sua volta ha contattato i Servizi sociali per organizzare un “funerale di povertà” del bimbo. Basandosi sulle linee guida varate dall’ex Giunta Gandini, nel 2004, ci ha pensato infine il Comune a finanziare con settecento euro il funerale del piccolo, seppellito nel cimitero di San Pietro. Come riporta il quotidiano, vista la tragicità della situazione, l’amministrazione ha deciso di impegnarsi affinché la tomba dove oggi riposa il neonato abbia il decoro necessario.

foto_ospedale

Ci rivolgeremo alle imprese specializzate nei servizi cimiteriali, affinché qualcuna di queste doni una lapide e fornisca elementi che decorino la piccola tomba

ha fatto sapere il consigliere comunale Elena Zanetti, delegata all’Emergenza abitativa.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *