foto neonato seduto visita

Bronchiolite: come curarla e quando allarmarsi

Bronchiolite nei neonati: che cos’è e quali sono le cause

Uno degli incubi delle neo mamme nel periodo invernale, quando si è alle prese con un bimbo di poche settimane, è che il piccolo si ammali. Una delle patologie più comuni nei bambini al di sotto di un anno, soprattutto nella stagione fredda, è la bronchiolite. Si tratta di un’infezione virale dei bronchi e dei bronchioli che colpisce in genere con maggior incidenza i bambini al di sotto dei sei mesi di vita e interessa le vie respiratorie. I mesi freddi, tra novembre e marzo, sono quelli più a rischio per il diffondersi della malattia in genere. Nel 75% dei casi, come riportato dall’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, l’agente patogeno che causa la bronchiolite nei neonati è il virus respiratorio sinciziale, VRS. Quali sono le cause della bronchiolite? Il virus si diffonde da persona a persona, tramite il contatto diretto con secrezioni infette e il contagio dura tendenzialmente dai 6 ai 10 giorni.

Bronchiolite neonati: quali sono i sintomi da tenere d’occhio

I sintomi della bronchiolite sono generalmente la febbre e il classico raffreddore. Successivamente all’infiammazione nasale si associa la tosse e si può arrivare a situazioni di difficoltà respiratoria, con rientramenti intercostali, nei casi più gravi. La bronchiolite nei neonati può rendere difficile l’alimentazione e aumentare il rischio di disidratazione. Ci può essere anche un abbassamento del livello di ossigeno nel sangue. Vi sono dei fattori che possono portare inoltre a un maggior rischio per il bambino come in caso di cardiopatie congenite, anomalie congenite delle vie aeree, displasia broncopolmonare, fibrosi cistica. Un altro fattore di rischio è sicuramente l’età del neonato. Nei bambini prematuri, o con meno di sei settimane, potrebbe aumentare la possibilità di apnea. In basso è possibile visionare un video pubblicato dall’ospedale Bambino Gesù di Roma su che cos’è la bronchiolite dei neonati.

Leggi anche: Sintomi bronchiolite: come riconoscerli nel bambino

foto neonato visita

Bronchiolite, i consigli del pediatra per prevenirla

Esistono ovviamente delle accortezze che permettono di prevenire la bronchiolite nei neonati. Uno dei consigli è quello di lavarsi sempre le mani quando si prendono in braccio dei bambini piccoli, in questo modo si evita di trasferire virus con il contatto. È inoltre consigliato l’allattamento al seno. Il latte materno infatti permette il passaggio degli anticorpi dalla mamma al bimbo e può prevenire la patologia. Evitare inoltre, se si è fumatori, di accendere la sigaretta dentro casa, anche se in una stanza diversa da quella in cui in genere si trova il neonato. Cercare di non mettere il bimbo a contatto con persone, adulti o bambini, con raffreddore o tosse. È bene tenere inoltre pulito il naso del bambino attraverso dei lavaggi con soluzione fisiologica o ipertonica.

Leggi anche: Bronchiolite nei neonati: cause, sintomi e rimedi

foto visita bambino

Bronchiolite: come si cura e quando serve il ricovero

La bronchiolite non necessariamente implica il ricovero ospedaliero, è bene però in presenza di sintomi quale febbre, tosse, riniti rivolgersi al pediatra senza improvvisare cure fai da te. Il medico di famiglia attraverso una visita può valutare la giusta terapia, che nella maggior parte delle situazioni, esclusi casi gravi, potrà essere effettuata a casa. Il bambino in genere può essere curato con lavaggi nasali, aerosol e aspirazione del muco. Nel caso in cui ci sia anche un’infezione batterica il medico curante può valutare l’eventuale somministrazione di antibiotici. Nei casi più complicati con difficoltà respiratorie, nell’alimentazione, disidratazione, colore cianotico del bambino e eccessiva stanchezza, il pediatra potrà valutare una possibile visita al Pronto Soccorso per un eventuale ricovero. In basso è possibile visionare il video dell’intervista al Professor Renato Cutrera dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma proprio in merito al tema della prevenzione e delle cure per la bronchiolite.

Leggi anche: Differenza tra bronchite e bronchiolite

foto aerosol

foto aspirazione nasale

Questo articolo è stato verificato con:

  • http://www.ospedalebambinogesu.it/la-bronchiolite-sintomi-diagnosi-trattamento#.XEHKac17lPY
  • https://www.pianetamamma.it/il-bambino/malattie/bronchiolite-consigli-dei-pediatri.html?fbclid=IwAR12mc41h8W_Ssk5gP2kFRp3NlAkzapY9KbQHOHEXFD_-j6d6HToUMVrU8Y
  • https://www.farmacoecura.it/malattie/bronchiolite-nei-neonati-e-bambini-sintomi-cause-prevenzione/#cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *