foto_bimbo_dorme

Bimbi in auto, parla l’esperto: “Piccoli senza cintura diventano come proiettili”

Bambini, automobile e sicurezza

L’art. 172 del Codice della Strada stabilisce le regole per un buon trasporto dei bambini sui veicoli. Il suddetto articolo prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 m siano ben agganciati ad un idoneo sistema di ritenuta, adatto sia alla loro statura che al loro peso. Se i bambini, specie se molto piccoli, non portano la cintura di sicurezza in auto, si rischia parecchio. A dirlo è il dottor Giordano Biserni, che ha rilasciato un’intervista a Quotidiano.net.

Bimbi in auto, parla l’esperto

Stando alle parole dell’esperto, presidente dell’Asaps (Associazione sostenitori e amici della polizia stradale) dovrebbero essere i genitori a dare l’esempio ai figli, anche se sono proprio loro, per primi, a non rispettare le normative alla guida.

foto_bimbo_auto

Gli adulti per non fare piangere i piccoli, rischiano poi di dover piangere loro. La strada non perdona. L’educazione stradale è un’appendice dell’educazione civica. È inutile andare nelle classi a insegnare il senso civico, se poi davanti alla scuola i genitori arrivano e caricano due bimbi senza casco in scooter. Se il figlio strilla e non vuole le cinture, diventa il primo censore dell’adulto. I bimbi vanno abituati con i buoni esempi da neonati, solo così da grandi rispetteranno le regole

il monito di Biserni.

Leggi anche: Cinture di sicurezza in gravidanza

foto_bimbo_auto

Alla base della noncuranza dei genitori, ci sarebbe la sottovalutazione della pericolosità dei veicoli, specialmente se non si indossa la cintura. Nessuno si rende conto infatti che l’incidente può essere dietro l’angolo.

foto_bimbo_auto

Conosco ragazzi diventati tetraplegici perché tamponati mentre facevano benzina. Ai 50 chilometri all’ora un bimbo di 15 chili diventa un proiettile di 250 chili. Ho visto una madre in auto con smartphone in una mano, sigaretta sull’altra e figlio in piedi dietro. Le ho detto: signora, ma si rende conto? Lei mi ha infamato”

assicura l’esperto, che conclude facendo riferimento anche alla tragedia dello scorso agosto a Genova:

nel crollo del Ponte Morandi sono morti tre bimbi, un numero alto sui 48 totali del 2018.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *