mamma gemelline

Roma, mamma suicida nel Tevere: si cercano le gemelline di 6 mesi

La mamma si è suicidata a causa della depressione post partum

Tragedia immane Roma, dove nella mattinata del 20 dicembre una donna si è buttata nel Tevere nella zona Testaccio. Pina, una mamma di 38 anni, ha scelto di mettere fine alla propria vita, sicuramente dopo il forte stress post partum. La donna infatti aveva avuto da poco due gemelline, Sara e Benedetta, e non aveva vissuto bene il periodo dopo la nascita delle piccole. Nello stesso parto infatti la mamma aveva perso un’altra bimba, mentre le due nate vive erano fortemente premature. In questi mesi la donna, a detta dei parenti, non ha mai dato segni di squilibrio, eppure nella mattinata del 20 dicembre è uscita di casa con le due piccole e si è gettata dal ponte. Mentre il suo corpo è stato ritrovato, si cercano ancora le due piccole.

Leggi anche: Quali sono i sintomi della depressione post partum

I corpi delle bambine non sono ancora stati ritrovati: proseguono le ricerche

Come riferisce la Questura, la zona è sotto controllo in ogni centimetro. Il pattugliamento aereo e fluviale sta sorvegliando la zona e sta cercando qualsiasi traccia che possa ricondurre alle due piccole. Nel fiume Tevere due sono i mezzi nautici coinvolti che setacciano le acque da ponte Testaccio a Fiumicino. Inoltre un elicottero sta sorvolando incessantemente l’area, sperando di trovare qualcosa che riconduca alle due bimbe.

Vicino la zona sono in corso anche i controlli delle immagini delle telecamere poste lungo il percorso che probabilmente la mamma ha fatto insieme alle bimbe. Le registrazioni sono state visionate più volte, ma Sara e Benedetta si vedono fino ad un certo punto. Non sono infatti stati ritrovati video della mamma con le figlie in prossimità del ponte dal quale la donna si è gettata.

Leggi anche: Come superare la depressione post partum

pina orlando

Sara e Benedetta dopo la nascita erano rimaste in ospedale

Le bimbe di Pina Orlando erano nate premature. Sara e Benedetta infatti dopo la nascita erano rimaste in ospedale ed erano state dimesse solo poco tempo fa. Per aiutare la famiglia da Isernia si erano trasferiti a Roma i genitori e i suoceri della donna. La famiglia, a detta di tutti, era molto unita e affiatata. È probabile che la donna dopo il parto abbia sofferto per la lontananza dalle sue bambine, tanto da non riuscire più a reggere il peso della situazione. È l’ennesima tragedia e nessuno si era accorto di nulla.

mamma gemelline pina orlando

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *