Influenza adulti e bambini: in arrivo il picco

Influenza, durante le festività natalizie ci sarà il picco

Tempo di feste, di cenoni, pranzi e brindisi… Ma tempo anche per tanti italiani di influenza. Durante le festività natalizie infatti arriverà il picco dell’influenza e molte persone, bambini, adulti e anziani, saranno costretti a rimanere a letto. Tante persone, come prevedono gli esperti, passeranno infatti Natale, Capodanno ed Epifania a letto alle prese con febbre, tosse e raffreddore. I numeri di questi primi mesi autunnali/invernali fanno paura: le persone influenzate in Italia superano il milione, ma basti pensare che solo 206 mila persone sono rimaste influenzate nell’ultima settimana, e quindi a ridosso del Natale. Il Bollettino settimanale, pubblicato il 20 dicembre, parla chiaro: i numeri dell’influenza sono in crescita e cresceranno ancora di più nei prossimi giorni.

Leggi anche: Bambini, come evitare le ricadute dell’influenza

Influenza 2019, tanti i colpiti, soprattutto i bambini: ecco quali sono le regioni più interessate

Come hanno spiegato gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità, l’andamento dell’epidemia influenzale sembra comunque meno grave degli scorsi anni. Infatti nella scorsa stagione nel medesimo periodo gli influenzati furono molto di più.

Il livello di incidenza in Italia è pari a 3,4 casi per mille assistiti. Colpiti maggiormente i bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a 8,7 casi per mille assistiti. Le regioni maggiormente colpite sono Trentino, Campania, Calabria e Sicilia.

Leggi anche: Nel 2019 i più colpiti dall’influenza saranno i bambini

picco influenza

L’influenza aumenterà a Natale: ecco perché

Se già la situazione è critica, nei prossimi giorni peggiorerà ancora di più. Come infatti hanno spiegato gli esperti, con le feste la situazione precipiterà. Infatti tra cenoni, serate in famiglia e pranzi vari, il rischio di contagio è altissimo. Stando a contatto con persone influenzate, soprattutto in ambienti chiusi e spesso poco areati, l’influenza si diffonde molto facilmente.

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, ha previsto che “la settimana in arrivo ci porterà grosso modo un altro mezzo milione fra influenze vere e proprie e virus ‘cugini'”.

Leggi anche: I bambini con l’influenza non dovrebbero tornare a scuola: ecco perché

Il vaccino influenzale si può ancora fare: in arrivo altre dosi

C’è comunque ancora la possibilità di vaccinarsi, e gli esperti lo consigliano, soprattutto in caso di persone debilitate e di anziani. L’esperto ha spiegato che sono in arrivo altre 47.400 dosi di vaccino antinfluenzale quadrivalente, che saranno disponibili per essere somministrate da inizio gennaio.

Dal punto di vista tecnico dagli esperti, così come dalle circolari ministeriali, la vaccinazione anti-influenza viene consigliata prima che i virus inizino a circolare e cioè da quando il vaccino è disponibile fino a metà dicembre. Nei fatti, però, l’epidemia stagionale segue una curva che a metà dicembre comincia a salire fino a raggiungere un picco tra gennaio e febbraio in base agli anni

ha spiegato il virologo Signorelli. Il picco dell’influenza arriverà a gennaio, ma attenzione anche alle vacanze natalizie: sotto l’albero si può trovare l’influenza!

influenza 2018

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *