cesareo parto

Il chirurgo è ubriaco, mamma e figlia muoiono durante il cesareo

Il chirurgo si presenta ubriaco in sala operatoria: mamma e neonata muoiono

Una storia assurda arriva dall’India, una storia di profondo dolore in quello che sarebbe dovuto essere il giorno più bello della vita per una famiglia. Fuori dalla sala parto in una città dell’India c’era tutta la famiglia di Kaminiben Chanchiya, una ragazza di 22 anni in procinto di mettere al mondo sua figlia. La donna aveva profondamente desiderato quella bambina, e come lei i suoi genitori e tutta la famiglia che non vedeva l’ora che la piccola nascesse. Dentro la sala parto, invece, con i parenti fuori ignari, stava accadendo una vera e propria tragedia. Durante il parto infatti la mamma e la sua piccola sono morte per colpa del chirurgo, il dottor Lakhanisi, che si era presentato ubriaco in ospedale.

Leggi anche: Cesareo ritardato, il neonato muore

Il medico si è presentato il sala operatoria ubriaco

Il dottor P. J. Lakhanisi si era presentato in sala operatoria ubriaco, senza pensare a cosa sarebbe potuto succedere, e che purtroppo è successo.

Quando il medico è uscito fuori dalla sala operatoria i parenti della ragazza erano pronti a gioire per l’arrivo della neonata. Quando invece la porta si è aperta, i familiari si sono trovati davanti la faccia sconvolta del medico, che ha dato loro la notizia più brutta che potesse arrivare: il parto era andato male e la piccola neonata era morta, mentre la mamma versava in condizioni critiche, con perdite di sangue impressionanti.

Il dottor Lakhanisi è rientrato poi in sala operatoria, ma poco dopo un altro medico è uscito con un’altra, tragica, notizia da comunicare ai parenti: anche Kaminiben era morta, seguendo in cielo la sua bambina. A quel punto i familiari, disperati e arrabbiati, sono diventati incontenibili, aggredendo il personale sanitario, tanto da richiedere necessario l’intervento dei medici.

cesareo

Leggi anche: I medici sbagliano durante il cesareo e la bimba nasce tetraplegica

Sui due corpi verranno effettuate le autopsie

La terribile tragedia è avvenuta lunedì notte nell’ospedale Sonawala nella città di Botad, in India. Il dottor P. J. Lakhanisi è stato accusato di negligenza dai parenti della mamma morta. In seguito la polizia lo ha interrogato ed arrestato: l’uomo infatti, sottoposto ad un alcoltest, è stato trovato in stato di ubriachezza. Nel frattempo si attendono i risultati delle autopsie eseguite sui corpi della mamma e della bimba, per capire le esatte cause della morte.

Anche se le cause della morte della mamma e della bimba fossero altre, resta il fatto che Lakhanisi era ubriaco: se il medico fosse stato sobrio avrebbe potuto affrontare la situazione critica in modo diverso e magari provare a salvare le due. Il medico invece era ubriaco: ora la sua carriera è rovinata, così come la vita della famiglia non sarà più la stessa.

parto cesareo

Questo articolo è stato verificato con:

  • https://www.tpi.it/2018/12/01/mamma-figlia-morti-chirurgo-ubriaco/
  • https://www.ilmessaggero.it/social/chirugo_ubriaco_morti_mamma_figlio-4142669.html

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *