foto_febbre_in_inverno

Abbigliamento neonato inverno: come proteggere il piccolo dal freddo

Abbigliamento neonato

L’Italia è nella morsa del gelo: le temperature anomale e sopra la media che ci hanno accompagnato fino alla prima parte di novembre, hanno lasciato spazio a un crollo vertiginoso dei gradi e alla neve anche a bassa quota. Bisogna farsene una ragione: l’odiato inverno è arrivato, e molte mamme si chiedono quale sia l’abbigliamento giusto per il neonato. Vediamo insieme una serie di consigli utili e preziosi per proteggere i più piccoli dal freddo.

Come vestire un neonato

Molte donne, specie nei mesi più freddi, si chiedono come vestire un neonato. Prima di pensare agli accessori indispensabili, dal cappello alla sciarpa, bisogna considerare gli indumenti che non devono mai mancare in casa. Dal body in caldo alle tutine intere, dal cardigan in lana al maglioncino.

Leggi anche: Corredini neonato invernale: cosa serve

Abbigliamento neonati inverno

La prima cosa inerente l’abbigliamento per neonati in inverno è appunto il body intimo, indispensabile in tutte le stagioni. Questo capo infatti aiuta a mantenere calda la temperatura corporea evitando che i punti più delicati, pancia e schiena, si scoprano. Ecco perché non è importante che il body sia a maniche lunghe o a maniche corte, perché non sono le braccia ad aver bisogno di calore. L’importante è che sia di cotone!

foto_body

Vestiti neonati inverno

Al posto delle pratiche (ma scomode) tutine per neonato, potete sbizzarrirvi con maglie a maniche lunghe, cardigan e maglioni invernali di lana o ciniglia. Molto comodi ed apprezzati sono anche i gilet senza maniche che proteggono bronchi e polmoni. Assicuratevi, prima di acquistare un capo, che si tratti di tessuti di cotone e non sintetici.

foto_tutine_neonato

Cappellino neonato

Fondamentale per proteggere il piccolo dal freddo e dalle gelide temperature, è il cappellino. Il più grande nemico dei neonati infatti è il vento, ecco perché è importante proteggere le orecchie degli infanti per evitare l’insorgere di di dolorose e fastidiose otiti. In alternativa al capellino potete usare delle fasce di lana, facilmente realizzabili anche all’uncinetto.

Leggi anche: Abbigliamento neonati inverno: cosa non può mancare

Il piumino

Uno dei motivi che più fa disperare le mamme riguarda l’acquisto del giubotto per il neonato. In questo caso, ovviamente, è bene acquistare un piumino caldo, possibilmente con il cappuccio. L’importante è che il giubotto sia lungo, specialmente se vestite i piccoli con i due pezzi (pantaloni e felpe). Nel caso in cui i piccoli siano soliti indossare tutone intere, il discorso cambia perché in quel caso è impossibile che si scoprano.

Per quel che concerne il piumino è assolutamente consigliato anche il tessuto tecnico, utilizzato ad esempio per giubbini termici, a patto che rispettino gli standard di qualità e traspirabilità.

foto_vestiti_neonati_inverno

Abbigliamento neonati inverno: consigli indispensabili

Gli esperti consigliano di vestire a strati i neonati, in modo tale da aggiungere o togliere in caso di necessità eventuali capi. I tessuti consigliati durante i mesi più freddi sono la lana ed il cotone, che trattengono il calore lasciando però respirare la pelle. I tessuti sintetici, infatti, non permettono di mantenere la temperatura corporea, ma fanno solo sudare. Fate attenzione a non coprire troppo i neonati! I più piccoli hanno infatti una traspirazione elevata.

foto_neonato_inverno

Leggi anche: Vestire troppo il neonato fa male: come regolarsi

Se necessario, oltre al cappellino neonato, fate ricorso anche alle sciarpe e ai guantini (esistono dei corredi deliziosi!) non allarmandovi se, i vostri figli, presentano manine e piedi freddi. Si tratta infatti di una caratteristica fisiologica.

Come capire se il neonato ha freddo

Vi chiederete allora come valutare se vostro figlio ha freddo o meno. Facile! Fate riferimento all’addome, l’unica area del corpo che riflette la temperatura reale del bimbo. In alcuni casi, il colore del viso potrebbe essere un campanello d’allarme: se il volto è pallido con delle chiazze rosse e bianche, il neonato potrebbe avere freddo. Al contrario se le gote sono rosse, forse il piccolo ha caldo.

Evitare sbalzi termici

Ultimo, ma non meno importante, è il consiglio di evitare sbalzi termici: anche se entrate in un locale o in un negozio per pochi minuti, spogliate vostro figlio per evitare che soffra l’escursione termica tra l’interno e l’esterno. In ogni caso, è preferibile uscire in compagnia del neonato nelle ore più calde della giornata, cioè quelle centrali, per non più di mezz’ora.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *