foto_bonus_renzi

Legge di Bilancio 2019: i bonus prorogati e confermati

Legge di Bilancio 2019

L’attuale Governo ha emanato la Legge di Bilancio per il 2019 che oltre una serie di manovre – pensioni a quota 100, Flat Tax e Reddito di Cittadinanza – prevede anche la proroga e la conferma di importanti bonus volti ad agevolare le famiglie in difficoltà. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Bonus ristrutturazioni

Secondo quanto emesso dalla Legge di Bilancio, è stata riconfermata l’agevolazione economica che prevede lo sconto base del 50% per le ristrutturazioni. Il sussidio sarà prorogato fino al 31 dicembre del 2019, e prevederà la detrazione per tutti gli interventi di ristrutturazione.

Ecobonus

Sarà riconfermato per il 2019 anche la detrazione nota come Ecobonus, consistente anche nello sconto per tutti gli interventi in ambito energetico (sostituzione infissi, impianti di climatizzazione, schermature solari). Anche in questo caso la percentuale scontata (il 50%) sarà divisa in dieci quote annuali.

foto_soldi

Leggi anche: Bonus 80 euro riconfermato per il 2019 ma cambia: ecco come funziona

Bonus verde e Bonus mobili

Importanti novità riguardano invece la possibilità di ottenere degli sconti nell’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica elevata. Si tratta anche in questo caso della detrazione del 50% su questo tipo di oggetti finalizzati all’arredo immobiliare. Nel 2019 si potrà ottenere invece uno sconto del 36% sugli interventi di ristrutturazione ed irrigazione del verde, purché sia privato. Dopo il successo dello scorso anno, lo sconto (noto come Bonus verde) è stato confermato anche per il prossimo.

Leggi anche: Bonus Cultura a rischio per il 2018 e il 2019: lo Stato vuole eliminarlo

E il Bonus Bebè?

E il Bonus Bebé? Anche il sussidio di ottanta euro dato alle mamme, mamme affidatarie o mamme adottive per ogni figlio nato è stato riconfermato per il 2019, anche se restano da limare gli ultimi dettagli, che potrebbero portare a importanti cambiamenti.

foto_soldi_portafogli

In particolare, il Governo vorrebbe introdurre l’importo differenziato in base alle soglie di reddito (alle famiglie con ISEE fino a 13.000 spetteranno 130 euro al mese, alle famiglie con ISEE fino a 19.000 spetteranno 100 euro al mese) oltre che ripristinare i tre anni, ridotti a dodici mesi dalla precedente Legge di Bilancio.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *