gianluca ardini compagna

Genova, il superstite Gianluca diventa papà: “Ho combattuto per mio figlio”

Crollo Ponte Morandi, il sopravvissuto Gianluca Ardini è diventato papà

Il destino ha voluto che Gianluca Ardini, 29 anni, nel tragico crollo di Genova non morisse, ma che continuasse la sua vita: fuori dalle macerie infatti lo aspettava la compagna, al nono mese di gravidanza. Quasi un mese esatto dopo quel 14 agosto, Gianluca è diventato papà. Proprio il 13 settembre 2018 alle 23:59, Giulia, la sua compagna, ha partorito il suo piccolo Pietro. Gianluca, scampato per caso alla morte, abbraccia ora il suo bambino, e gioisce per il regalo più grande: quello di poterlo vedere.

Leggi anche: Tragedia di Genova, la commozione dei Vigili del Fuoco per la bimba con l’orsacchiotto

Quando alle 11:36 il Ponte Morandi è crollato, facendo volare le decine di macchine che vi erano sopra e riducendosi ad un mucchio di macerie, Gianluca stava passando con il suo furgone lì sopra. Dopo un volo di 40 metri, il mezzo dove il neo-papà viaggiava si è fermato, incastrandosi tra le macerie e venendo ridotto ad un groviglio di lamiere. Gianluca però, ha continuato a respirare. Per 4 lunghe ore è rimasto a testa in giù, incastrato nel suo furgone che da un momento all’altro sarebbe caduto cadere. Ma non lo ha fatto.

crollo genova gianluca ardini

Luigi, il collega di Ardini, è morto nel crollo, ma Gianluca ha continuato a vivere, ed è stato salvato dai Vigili Del Fuoco. In quelle ore l’uomo pensava a suo figlio, che sarebbe nato presto.

Ore lunghissime, sei lì pieno di dolori e non vedi l’ora che qualcuno ti salvi. In una situazione del genere pensi alla famiglia, al bambino che deve nascere, a come hai fatto a salvarti. Poteva andare molto peggio.

Leggi anche: Genova, una mamma racconta: “Ecco come ci siamo salvati”

Anche la compagna Giulia, dopo la tragedia e il miracolo, ha raccontato le emozioni e la paura di quei momenti:

Ha detto che si ricorda solo che i vigili del fuoco gli dicevano di non muoversi, perché poteva crollare tutto, poi lo hanno tirato giù e messo in salvo. Io credo che la forza per restare aggrappato gliel’abbia data la volontà di vedere nascere suo figlio. Quando Pietro sarà grande, gli dirò che il 14 agosto 2018 ha salvato suo papà, dandogli la forza di rimanere aggrappato.

Leggi anche: Crollo del Ponte Morandi, la disperazione della mamma di Mirko, l’ultima vittima trovata

Gianluca è diventato papà di Pietro

Un mese dopo la terribile tragedia di Genova, dalla quale Gianluca è uscito vivo, è nato il piccolo Pietro, come a dimostrazione che la vita, nonostante tutto, deve continuare… Scampato alla morte, Gianluca ha ora ricevuto il regalo più grande: il suo miracolo, il figlio che gli ha dato la forza per continuare a vivere.

gianluca ardini

Questo articolo è stato verificato con:

  • https://www.genova24.it/2018/09/ponte-morandi-e-nato-pietro-il-figlio-del-sopravvissuto-gianluca-ardini-204628/
  • https://www.tpi.it/2018/09/14/genova-nato-figlio-superstite/
  • https://www.leggo.it/italia/cronache/gianluca_ardini_sopravvissuto_ponte_morandi_14_settembre_2018-3973086.html

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *