Dopo 45 anni ritrova la figlia che credeva morta durante il parto

69enne ritrova la figlia che credeva morta

L’incredibile storia di Ana e Pilar. Madre e figlia si ritrovano dopo 45 anni di silenzio e bugie. L’una non sapeva dell’esistenza dell’altra ma grazie ad una telefonata anonima tutto si è risolto per il meglio.

La storia di Ana e Pilar

Il tutto accade a Madrid, in Spagna nel lontano luglio 1973. Pilar, una donna originaria di Avila che oggi ha 69 anni, si reca in clinica per partorire la sua primogenita Ana Belen Pintado. Qui però le comunicano che la bambina è morta durante il parto, cosa che le viene confermata anche dal padre biologico.

Nel frattempo Ana viene adottata ma cresce nella menzogna. Crede infatti di essere figlia unica e non sa che in realtà le persone che la stanno accudendo non sono i suoi genitori naturali.

LEGGI ANCHE: Tutto ciò che c’è da sa sapere sulle adozioni

Mamma e figlia si rincontrano dopo 45 anni

Ana e Pilar, madre e figlia non potevano sapere che dopo 45 anni le loro vite sarebbero cambiate.
Tutto ha avuto inizio quando improvvisamente Ana riceve una telefonata anonima. Le dicono che conoscono la sua madre naturale e le lasciano un numero di telefono. Ana è inizialmente insospettita ma dopo aver compiuto delle ricerche decide di comporre quel numero e di telefonare sua madre.

All’inizio, quando l’ho contattata, è rimasta un pò sorpresa e confusa. Ha parlato per un pò ma poi ha riattaccato

Queste sono le parole di Ana quando le hanno chiesto come ha reagito la madre alla telefonata.
Pilar era effettivamente confusa ed ha confessato:

Non l’ho mai cercata perchè in clinica mi dissero che era morta dopo il parto

Una storia che ha veramente dell’incredibile e che probabilmente ha a che fare con un caso di “bebè rubato”.

Ana e Pilar oggi

Ana ha poi avuto modo di risentire la sua madre naturale. Si sono infatti accordate per incontrarsi. Il primo incontro è avvenuto a Aranjuez (Madrid). La gioia di Ana è diventata ancora più grande quando ha scoperto di non essere figlia unica.
Ha creduto di esserlo per una vita intera, ma in realtà lei è la più giovane di ben tre fratelli.

Adesso madre e figlia non hanno intenzione di separarsi. La vita le ha tenute distanti per troppo tempo ed è quindi il momento di recuperare. Infatti si frequentano e si vedono spesso. Tra l’altro Ana somiglia tanto a sua madre e al resto della famiglia.

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *