il piccolo principe

Frasi Il Piccolo Principe: le più belle da dedicare agli amici

Il Piccolo Principe: frasi

Il Piccolo Principe è l’opera più celebre dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry. Un viaggio alla scoperta di valori quali l’amicizia, l’amore e la bellezza delle piccole cose, un racconto che ogni bambino dovrebbe leggere! Questo libro, ricco di frasi ed aforismi sull’amicizia, vuole ricordare all’adulto che tali valori vanno coltivati con costanza e che, ogni tanto, bisogna ricordarsi di guardare il mondo con gli occhi del fanciullo che è racchiuso in ognuno di noi. Dopo aver conosciuto la storia di questo ragazzino venuto dallo spazio, ecco una raccolta delle più belle frasi de Il Piccolo Principe.

il piccolo principe

Mi sarebbe piaciuto dire: C’era una volta un piccolo principe che viveva su di un pianeta poco più grande di lui e aveva bisogno di un amico. Per coloro che comprendono la vita, sarebbe stato molto più vero.

Il piccolo principe è un bambino che vive sull’asteroide B612, in compagnia di tre vulcani ed una rosa. Un giorno, preso dalla noia, decide di partire alla scoperta degli altri pianeti. Egli incontra diversi personaggi, interagisce con gli adulti, matura e comprende che il mondo a volte può essere ingiusto. Il ragazzino scopre, inoltre, l’importanza del tempo e di ciò che gli occhi non sono capaci di vedere. Il piccolo principe si rende conto di amare la sua rosa solo dopo averla abbandonata nel suo pianeta. Ma una volta cresciuti è impossibile tornare indietro. Solo la morte, dovuta al morso di un serpente, lo farà tornare dalla sua rosa.

piccolo principe

All’interno del libro è possibile trovare aforismi sull’amicizia, frasi importanti, frasi belle sull’amicizia da dedicare agli amici più cari. Ecco, qui di seguito, una raccolta delle più belle frasi del libro “Il Piccolo Principe” frutto delle numerose conversazioni che egli intrattiene con alcuni dei personaggi incontrati.

Frasi Il Piccolo Principe: l’incontro con l’Aviatore

L’Aviatore compare nella parte iniziale del racconto, e narra di come la sua passione per il disegno fu stroncata dal giudizio disinteressato degli adulti. Ecco alcune frasi del Piccolo Principe, relative all’incontro con l’Aviatore.
piccolo principe e aviatore

Mostrai il mio capolavoro alle persone grandi, domandando se il disegno li spaventava.
Ma mi risposero: “ Spaventare? Perché mai uno dovrebbe essere spaventato da un cappello?”. Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante.

Affinché vedessero chiaramente che cos’era, disegnai l’interno del boa.
Bisogna sempre spiegargliele le cose, ai grandi.

Questa frase del piccolo principe ci fa intuire come negli adulti, con il tempo, venga a mancare la capacità di lavorare con la fantasia.

Questa volta mi risposero di lasciare da parte i boa, sia di fuori che di dentro, e di applicarmi
invece alla geografia, alla storia, all’aritmetica e alla grammatica. Fu così che a sei anni io rinunziai a quella che avrebbe potuto essere la mia gloriosa carriera
di pittore.

Queste frasi del piccolo principe sembrano farci intendere che, una volta diventati grandi, non vi sia più nè lo spazio nè il tempo per passioni, aspirazioni, fantasie ed ambizioni. Come se i sogni possano esistere solo in una fiaba, cosa assolutamente non vera. I propri sogni vanno coltivati, sempre.

Egli pensò di non essere bravo a disegnare ed infatti si dedicò ad altro diventando, successivamente, un pilota.

Il fallimento del mio disegno numero uno e del mio disegno numero due mi aveva disarmato. I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.

I bambini devono essere indulgenti coi grandi.

Lo scrittore vuole ricordare a chi legge che, ad incidere sulle scelte degli adulti, sono proprio le esperienze che questi ultimi vivono da bambini. Pertanto occorre sempre incoraggiare i bambini quando dimostrano inclinazione verso una determinata passione!

Tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi di essi se lo ricordano

Questa frase de “Il Piccolo Principe” sottolinea che, con gli anni, gli adulti non sono capaci di sognare, di inventare e di credere. Essi perdono la speranza e dimenticano di essere stati dei bambini che, invece, in qualcosa speravano davvero.

Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta a farlo felice quando lo guarda. Ma se la pecora mangia il fiore, e’ come se per lui tutto a un tratto, tutte le stelle si spegnessero!

Il piccolo principe aiuta l’aviatore a meravigliarsi delle piccole cose, insegnandogli che è possibile trovare la felicità attraverso l’amore per l’altro sia esso un fiore, una passione oppure una persona.

Ed ancora di fronte alla paura più grande del piccolo principe ovvero che la pecora, che l’aviatore aveva disegnato per lui, mangiasse il suo fiore l’aviatore non sapeva come comportarsi:

Non sapevo bene che cosa dirgli. Mi sentivo molto maldestro. Non sapevo bene come toccarlo, come raggiungerlo… Il paese delle lacrime è così misterioso.

Tra le frasi celebri de Il Piccolo Principe vi è questa, ad indicare come le lacrime sembrano essere qualcosa di cui vergognarsi. “Il paese delle lacrime è così misterioso“: in effetti è raro vedere un adulto piangere. Invece il pianto è liberatorio, a tutte le età, e non bisogna mai vergognarsene.

Il Piccolo Principe Frasi: la Rosa

Come già detto insieme al piccolo principe viveva una rosa che egli proteggeva con amore e, con il momento della partenza, era arrivato anche il momento dei saluti. Ecco alcune frasi che il piccolo principe scambiò con la rosa prima di dirsi “Addio“:
piccolo principe e rosa

Ma si’, ti voglio bene e tu non l’hai saputo per colpa mia. Questo non ha importanza, ma sei stato sciocco quanto me.

Cerca di essere felice.

Le frasi del piccolo principe citate sopra ci invitano ad esprimere i sentimenti quando ne si ha l’occasione, prima che diventi troppo tardi.

Devo pur sopportare qualche bruco se voglio conoscere le farfalle, sembra che siano cosi’ belle.

In particolare l’ultima tra le frasi de Il Piccolo Principe elencate sino ad adesso, sembra essere una sorta di elogio all’ottimismo. Come a dire che la separazione tra il principe, e la rosa, è necessaria per la nascita di qualcosa di più bello e di più grande! Un po’ come succede nella vita: dopo la tempesta, arriva sempre il sereno.

Frasi del Piccolo Principe: il Re

Il primo asteroide visitato dal piccolo principe era abitato da un re che esercitava il suo potere su di un topo, l’unico “abitante” del pianeta, e sul sole cui tutte le sere “ordinava” di tramontare. Un fatto che, per forza di cose, sarebbe dovuto accadere. Ecco le frasi più importanti, relative a questo incontro, da cui è possibile trarre un insegnamento sull’esercizio del potere.
piccolo principe ed il re

Bisogna esigere da ciascuno quello che ciascuno può dare

Questa frase del libro “Il Piccolo Principe” impartisce una lezione importante: abbiamo tutti predisposizioni, ed attitudini, differenti. Ognuno di noi sa fare cose diverse e, per questo, otterrà risultati differenti. Questo non deve rappresentare un impedimento al raggiungimento della felicità.

È molto più difficile giudicare se stessi che gli altri. Se riesci a giudicarti bene è segno che sei veramente un saggio

Chi giudica gli altri lo fa per redimersi ma se si è in grado di guardarsi dentro si riesce anche ad accettarsi, ed a vivere bene con se stesso e con gli altri, senza aver bisogno di esprimere un giudizio. Ciò insegna che il potere è decisamente fine a se stesso e, la maggior parte delle volte, non serve a molto.

Frasi celebri de Il Piccolo Principe: il vanitoso

Il pianeta su cui, successivamente, il piccolo principe approda è quello in cui abita un signore molto vanitoso, che vive solo e desidera solamente farsi ammirare ed elogiare. Tant’è che chiede, ripetutamente, al piccolo principe di battergli le mani in segno di ammirazione. Ecco, qui di seguito, alcune frasi che il piccolo principe scambia con il vanitoso.
piccolo principe ed il vanitoso

Che cosa vuol dire ammirare? Ammirare vuol dire riconoscere che io sono l’uomo più bello, più elegante, più ricco e più intelligente di tutto il pianeta

Ti ammiro, ma tu che cosa te ne fai?

Il piccolo principe, con questa domanda, solleva un quesito importante: a cosa serve essere ammirati? Ciò che più conta non sono le apparenze, ma quello che si ha dentro ed il fatto di donarlo agli altri!

Il Piccolo Principe Frasi: l’uomo d’affari

Durante il suo lungo viaggio il Piccolo Principe incontra un uomo d’affari, il cui unico passatempo è contare le stelle. Ecco alcune frasi del capitolo de Il Piccolo Principe, in cui ha luogo questo bizzarro incontro.
uomo d'affari

Quando trovi un diamante che non è di nessuno, è tuo. Quando trovi un’isola che non è di nessuno, è tua. Quando tu hai un’idea per il primo, la fai brevettare, ed è tua. E io possiedo le stelle, perché mai nessuno prima di me si è sognato di possederle

L’uomo d’affari sostiene che per avere possesso delle cose, basta solo affermare di averne il godimento. Egli simboleggia tutti quegli uomini che non conoscono il vero valore delle cose.

Io, se possiedo un fazzoletto di seta, posso metterlo intorno al collo e portarmelo via.
Se possiedo un fiore, posso cogliere il mio fiore e portarlo con me.
Ma tu non puoi cogliere le stelle

Io possiedo un fiore che innaffio tutti i giorni.
Possiedo tre vulcani dei quali spazzo il camino tutte le settimane.
Perché spazzo il camino anche di quello spento? Non si sa mai.
È utile ai miei vulcani, ed è utile al mio fiore che io li possegga.
Ma tu non sei utile alle stelle

Il piccolo principe cerca di far capire, con queste frasi, che per possedere qualcosa occorre, soprattutto, averla cara e prendersene cura. Che sia un oggetto materiale, un legame d’amicizia oppure sentimentale, per fare in modo che durino nel tempo occorre dedicare loro le proprie attenzioni. Le parole non sono abbastanza sufficienti.

Frasi Il Piccolo Principe: il serpente

Il piccolo principe successivamente approda sulla Terra, in particolare nel deserto, dove incontra il Serpente da cui verrà morso. Il serpente simboleggia la morte che però viene considerata in maniera positiva, in quanto permette al piccolo principe di ritornare dalla sua amata rosa.

Ecco alcune frasi significative sia di questo particolare passo de “Il Piccolo Principe“, che del tempo da lui trascorso nel deserto alla fine del suo viaggio.
piccolo principe e serpente

Mi domando se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua

Tra le frasi del piccolo principe questa in particolare è molto bella perché può avere diverse interpretazioni: nel contesto della storia del libro si riferisce, naturalmente, al cammino che il piccolo principe deve intraprendere per tornare dalla sua rosa. Nella vita vissuta la stella può rappresentare, simbolicamente, il percorso che ognuno deve seguire per realizzare i propri sogni.

Dove sono gli uomini?” Si è un pò soli nel deserto. Si è soli anche con gli uomini

Questa frase del piccolo principe è molto significativa: a volte si può essere circondati da tante persone ma non avere né l’attenzione e né il conforto, vuoi per disinteresse o per i troppi impegni della vita quotidiana, di nessuno di loro.

Mi è sempre piaciuto il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia. Non si vede nulla. Non si sente nulla. E tuttavia qualche cosa risplende nel silenzio.

In questa frase del piccolo principe il silenzio viene inteso come mezzo di espressione di emozioni e sentimenti.

L’acqua può fare bene anche al cuore

Con questa frase il piccolo principe vuole far capire al suo amico aviatore come la più grande felicità sia racchiusa nelle piccole cose.

Ciò che rende bello il deserto è che da qualche parte nasconde un pozzo

Un elogio all’ottimismo, ma soprattutto alla speranza, questa frase del piccolo principe. Essa ci ricorda che, nonostante le difficoltà che la vita ci riserva, vale la pena viverla e che ci sarà sempre una gioia, se pur piccola, a confortare un cuore ferito.

Il Piccolo Principe: frasi belle sull’amicizia

L’incontro più piacevole del piccolo principe è sicuramente quello con la volpe, la quale rappresenta il valore della fratellanza. Queste frasi belle sull’amicizia ne sono una dimostrazione.
piccolo principe volpe

Che cosa vuol dire addomesticare? Vuol dire creare dei legami

Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo

Ecco come, con semplici parole, queste frasi del piccolo principe riescono a spiegare cosa significa diventare buoni amici.

In principio tu ti sederai un pò lontano da me, così, nell’erba. Io ti guarderò con la coda dell’occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un pò più vicino

La mia vita è monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me.
Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio perciò.
Ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata.
Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi faranno nascondere sotto terra. Il tuo mi farà uscire dalla tana, come una musica

Questi aforismi sull’amicizia ci ricordano che i grandi legami nascono gradualmente, ma anche come la compagnia di un buon amico sia un’ottima cura per la solitudine e la monotonia che ne deriva.

Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano le cose già fatte nei negozi.
Ma siccome non esistono negozi che vendono amici, gli uomini non hanno più amici. Se tu vuoi un amico, addomesticami

La vera amicizia è un valore per il quale si combatte, ci si sacrifica e per il quale non vi è alcun prezzo di mercato. Essa va coltivata giorno per giorno, solo così è reale e duratura.

Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere
felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro incomincerò
ad agitarmi, e ad inquietarmi, scoprirò il prezzo della felicità! Ma se tu vieni non si sa quando,
io non saprò mai a che ora prepararmi il cuore. Ci vogliono i riti

Sono quelli che l’autore del piccolo principe definisce “riti“, come un semplice caffè insieme, a mantenere vivi i rapporti. Ed è proprio nell’attesa di questi riti, di questi appuntamenti fissi, che è racchiusa la felicità!

Voi siete belle, ma siete vuote. Non si può morire per voi.
Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante
di tutte voi, perché è lei che ho innaffiata. Perché è lei che ho messa sotto la campana di
vetro. Perché è lei che ho riparata col paravento. Perché su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i
due o tre per le farfalle). Perché è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche
volta tacere. Perché è la mia rosa

È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante

Queste due frasi del libro “Il Piccolo Principe” ci insegnano che il tempo donato all’altro è il regalo più grande che si possa fare. Il destinatario di questo bene diventa unico, proprio perché lo ritieni talmente importante da dedicargli il tuo tempo.

Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa

Come suggerisce questa frase del piccolo principe per tenere in piedi un legame d’amicizia occorrono perseveranza, interesse, dedizione, cura ed impegno. Si tratta di una visione pratica ma l’amicizia è, in tutto e per tutto, una responsabilità.

Da te, gli uomini coltivano cinquemila rose nello stesso giardino e non trovano quello che cercano.
E tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un pò d’acqua.
Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore

Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore.
L’essenziale è invisibile agli occhi

Secondo queste frasi de “Il Piccolo Principe“, quello che conta davvero non sfugge agli “occhi” di cui il cuore è dotato. Esso è capace di giungere al significato profondo delle cose, eliminare le inutili apparenze, sino ad arrivare all’anima.

Quando ti sarai consolato (ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto.
Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me.

Antoine de Saint-Exupéry: le frasi più belle

L’autore Antoine de Saint-Exupéry ha scritto altri libri, oltre ad Il Piccolo Principe, che ci hanno regalato bellissimi aforismi sull’amicizia, frasi importanti e frasi belle sull’amicizia e non solo. Ecco, qui di seguito, una raccolta delle frasi più belle dell’autore.
antoine de saint éxupery

Amare non è guardarsi a vicenda, ma guardare nella stessa direzione

La vera essenza dell’amore non è solo guardarsi l’un l’altro ma è anche condividere un progetto di vita, avere gli stessi obiettivi e tenere lo stesso passo.

Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza.
Farsi primavera significa accettare il rischio dell’inverno. Farsi Presenza, significa accettare il rischio dell’Assenza.

Non si può compiere un’azione non tenendo conto del male che si potrebbe fare così come, nel compierla, non si può fare a meno di tener conto del bene che si fa e viceversa. Tutto è ambivalente e, costantemente, in movimento.

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito.
È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto.
Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

Un inno alla speranza questa frase di Antoine de Saint-Exuéry. Le situazioni , così come le persone, non sono tutte uguali. Mai nulla è perduto: non bisogna, per nessun motivo, perdersi d’animo!

Un sorriso è spesso l’essenziale.
Si è pagati da un sorriso.
Si è ricompensati da un sorriso.
Si è animati da un sorriso.

Mai sottovalutare l’importanza che può avere un sorriso, soprattutto se inaspettato!

Amare è donare tutto se stesso senza nulla chiedere, amare è non dire mai mi devi.

Il vero amore comincia quando non ci si aspetta nulla in cambio.

Niente di più vero! queste frasi di Antoine de Sait-Exupéry sottolineano come l’affetto più sincero, sia quello puramente disinteressato.

Amico mio accanto a te non ho nulla di cui scusarmi, nulla da cui difendermi, nulla da dimostrare: trovo la pace.
Al di là delle mie parole maldestre tu riesci a vedere in me semplicemente l’uomo.

Un vero amico non giudica, non punta il dito, elogia in pubblico e corregge in privato. Un vero amico accetta l’altro così com’è, difetti compresi.

Amare vuol dire soprattutto ascoltare in silenzio.

In amore, come in amicizia, è importante dedicarsi all’altro, lasciarlo esprimere senza pensare solo a se stessi.

Chi si lamenta che il mondo lo ha tradito, è perché è stato lui a tradire il mondo.
Colui che si lamenta che l’amore non lo ha reso felice, è perché si è ingannato sull’amore: l’amore non è un regalo che si riceve

L’amicizia e l’amore sono valori per i quali è necessaria la reciprocità: per un legame solido e duraturo, bisogna essere disposti soprattutto a dare.

Ho 29 anni e sono un'operatrice socio assistenziale, mi è sempre piaciuto lavorare con i bambini. Ho maturato diverse esperienze nel settore dell'animazione, all'interno di ludoteche e campi scuola. Il mondo dei bambini mi affascina, ho sempre sentito di avere un feeling particolare con loro! Non sono madre ma mi piacerebbe diventarlo un giorno, ed aspettando che questo giorno arrivi considero Passione Mamma una piacevole palestra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *