foto_pulire

Pulizie in casa: ecco quando possono essere pericolose

Pulire in casa

Quante tra voi passano gran parte del loro tempo a pulire casa, spolverare le superfici, lavare i pavimenti? Un duro lavoro, quello della casalinga, che però talvolta potrebbe essere anche pericoloso. Molte sostanze contenute all’interno dei prodotti per la casa risultano nocive se usate per un tempo prolungato: l’esposizione oltre il limite a candeggina, ammoniaca e a tutti gli altri prodotti che contengono acidi causa delle conseguenze piuttosto gravi.

Il caso di Madrid

Si guardi, ad esempio, al caso di Madrid. Una trentenne spagnola è stata ritrovata morta in casa mentre era intenta a lavare la cucina. Il decesso è stato causato dal fatto di aver inalato a lungo un mix di candeggina e ammoniaca, sostanze che le sono costate la vita.

L’errore di molte donne

Spesso molte donne sottovalutano i pericoli di queste sostanze, probabilmente perché i sintomi di una esposizione prolungata agli stessi spesso non sono gravi. Dal semplice bruciore agli occhi o alle mani, però, si può arrivare a conseguenze ben più gravi, come danni celebrali e problemi ai polmoni.

Prodotti per la casa: quali NON usare

Ammoniaca, acido acetico e candeggina sono senza dubbio le sostanze più nocive contenute all’interno di prodotti per la casa. Se respirate insieme, poi, possono costare veramente caro. Contenute nella maggior parte degli articoli casalinghi, dagli spray per i vetri ai detersivi per piatti, la raccomandazione è quella di non usarle mai insieme, né mescolarle.

foto_pulire_casa

Banalmente, cade per terra l’aceto e poi ci si passa sopra la candeggina per pulire. Acido acetico e ipoclorito di sodio reagiscono e si forma cloro in forma gassosa. Anche se sono diluiti, insieme sono pericolosi

ha sottolineato Andrea Bragadin, chimico dell’Ordine dei chimici del Veneto.

Le raccomandazioni

Gli esperti hanno stilato una sorta di lista nella quale sono contenute le raccomandazioni per tutte coloro che quotidianamente sono alle prese con questo tipo di articoli per la casa: cosa fare per non rimanere “vittime” dei prodotti?

Leggi anche: L’ammoniaca al posto dei detersivi: come e dove usarla in maniera sicura

Innanzitutto, quando li usate o li versate mantenete sempre una certa distanza di sicurezza, evitando soprattutto il contatto con gli occhi. Mai mescolare detersivi, sbiancanti e candeggina, dal momento che contengono acidi diversi che insieme potrebbero dar vita a cocktail tossici davvero dannosi. Utilizzate i guanti e, se necessario – se avete problemi agli occhi o indossate lenti a contatto – anche una mascherina che possa proteggervi. Infine è bene accertarsi sempre di pulire i luoghi con una sufficiente ventilazione e di usare un prodotto alla volta, facendo anche delle pause se necessario.

I sintomi

Come capire se siete venute a contatto con sostanze nocive? Innanzitutto, se pulendo casa iniziate ad avere un forte senso di bruciore agli occhi, lavatevi il volto abbondantemente con acqua fredda. Ci sono però anche altri sintomi che potrebbero essere dovuti all’esposizione prolungata alle suddette sostanze: nausea, vomito, senso di soffocamento, mal di testa, irritazioni. In questi casi è bene che smettiate di pulire e che vi rivolgiate al vostro dottore di fiducia, che saprà darvi maggiori indicazioni.

foto_pulire i vetri con aceto

Come capire se siete rimasti intossicati

I primi sintomi da intossicazione sono la mancanza di respiro, la tosse, forti dolori al petto, nausea, lacrimazione, irritazione alla gola, al naso e agli occhi.

A livelli più alti di esposizione si possono presentare difficoltà respiratorie più gravi, vomito, polmonite e versamento di liquido nei polmoni. A livelli molto elevati può causare la morte, ma difficilmente questi livelli possono essere raggiunti durante le pulizie domestiche, perché parliamo di concentrazioni basse e di condizioni diverse dal laboratorio

ha concluso Bragadin.

In ogni caso, bisogna fare attenzione anche per quel che riguarda un’attività apparentemente innocua come quella della pulizia.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *