viagra pasticche

Olanda, viagra testato su donne incinte: morti 11 neonati

Choc in Olanda: viagra testato su donne incinte

Una ricerca universitaria svoltasi in Olanda ha messo fine alla vita di 11 neonati. Gli studiosi hanno somministrato a delle donne in gravidanza il viagra, la nota pasticca utilizzata dagli uomini per combattere la disfunzione erettile. Secondo i ricercatori che hanno portato avanti questo test, la pasticca blu poteva essere utilizzata anche per rafforzare la placenta deformata e per favorire la crescita dei feti. La notizia, riportata dal quotidiano “Guardian”, ha scioccato l’intera comunità scientifica e non solo. Infatti le reazione che il viagra ha avuto sulla gravidanza sono state gravissime: 11 neonati nati dalle mamme sottoposte alla ricerca sono morti.

Viagra alle donne incinte: la ricerca choc

La ricerca è stata condotta in 10 ospedali dei Paesi Bassi dall’Amsterdam University Medical Centre. Lo studio ha coinvolto 93 future mamme che mostravano complicanze placentari. Alle donne è stato somministrato, insieme ad altri farmaci, anche il Sildenafil ovvero il viagra. Il viagra aumenta il flusso sanguigno e lo scopo dei ricercatori era proprio questo. Gli studiosi volevano aumentare il flusso sanguigno nella placenta per favorire la crescita del bambino.

viagra olanda

Dalle donne sottoposte allo studio sono nati bambini con problemi respiratori

Lo studio, prima condotto sui topi, non ha avuto i risultati sperati. Alcuni comitati esterni che avevano il compito di supervisionare la ricerca, hanno notato come 17 bambini siano nati con problemi ai polmoni. Si crede infatti che l’aumento del flusso sanguigno abbia portato troppo ossigeno nei polmoni dei bambini, danneggiandoli in modo irreparabile. 17 bambini hanno mostrato problemi ai polmoni e 11 sono morti.

Non tutte le donne sottoposte al trattamento medico con il viagra sanno se i loro bambini siano affetti o meno da problemi respiratori. Circa 15 mamme sono ancora in attesa di sapere se i loro neonati avranno o meno problemi. Altre donne sono ancora in stato di gravidanza e non conoscono quindi le condizioni di salute dei loro piccolo.

Ad altre 90 donne, facenti parte il gruppo di ricerca ma monitorate come gruppo di controllo, è stato somministrato il placebo, ovvero una terapia priva di principio attivo. Nessuno dei bambini nati da queste 90 donne alle quali non è stato somministrato viagra è morto.

“Sono scioccato”: le parole del direttore della ricerca

Volevamo provare che esiste un modo efficace per favorire la crescita del bambino. Ma è successo l’opposto. Sono scioccato. L’ultima cosa che vorremmo è fare del male ai pazienti.

ha dichiarato il ginecologo Wessel Ganzevoort, direttore della ricerca, al quotidiano olandese De Volkskrant.

viagra

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *