scelta nome

Il nome dei figli andrebbe scelto dalla mamma: lo psichiatra spiega perché

Il nome dei figli va scelto solo dalla mamma: a dirlo è lo psichiatra Raffaele Morelli

La scoperta di una gravidanza porta sempre tanta gioia in famiglia. L’attesa di una nuova vita ha sempre qualcosa di speciale, anche se non è raro che manchino i litigi in famiglia in questo periodo. Dal momento in cui si scopre di aspettare un figlio tutti, compresi i nonni e gli zii, si sentono in diritto di esprimere la propria opinione sulla gravidanza e di prendere decisioni importanti insieme ai genitori. Una delle questioni più spinose durante la dolce attesa è proprio il nome: spesso i nonni vogliono dire la loro e decidere il nome insieme a mamma e papà. Secondo il famoso psichiatra Raffaele Morelli il nome non andrebbe per alcun motivo scelto dai nonni, ma neppure… Dal papà! Dovrebbe essere la sola mamma a decidere il nome del figlio: ma perché?

Leggi anche: Come scegliere il nome del bambino

litigi suocera

Perché il nome dei figli andrebbe scelto solo dalla mamma

Raffaele Morelli, noto psichiatra e scrittore, è intervenuto in diretta a RTL 102.5, e ha raccontato il caso di una donna che gli aveva chiesto un consiglio. La mamma era disperata perché in casa aveva una brutta situazione di disaccordo con i parenti: il marito e i nonni volevano chiamare il bambino in un modo, lei in un altro. Così, partendo da questo esempio, Morelli ha spiegato:

I nomi li devono scegliere le mamme, mai i papà! Mai chiamare i figli come i nonni perché ogni volta che la mamma lo chiama, se il suono è gradito alla mamma si crea una tattività, perché il suono è un tatto che tocca le orecchie quindi tocca la parte antica del cervello. La mamma, chiamando il figlio con un nome che a lei piace, emette una vibrazione sonora che entra nell’affettività del bambino, che quindi si sente chiamato, riconosciuto. I nomi devono sceglierli sempre le mamme, mai papà, mai i nonni. Noi siamo prima di tutto un suono.

Leggi anche: Ai suoceri non piace il nome della nipote: mamma offesa

Leggi anche: Come superare il disaccordo con il partner sul nome

nomi

Mai il nome dei nonni al bambino

Lo psichiatra ha quindi spiegato che il bambino non andrebbe mai chiamato con il nome dei nonni. Spesso infatti il nome rinnovato dei nonni viene “imposto” alla mamma da parte della famiglia paterna, e nella maggior parte dei casi si tratta di una scelta costretta e non di cuore. No anche ai nomi che non piacciono alla mamma e che vengono scelti dal resto della famiglia: la nascita rappresenta il culmine dei 9 mesi, dell’amore che ha unito il neonato con la donna che lo ha portato in grembo, e il nome scelto deve essere gradito a chi lo mette al mondo.

Questo non vuol dire che bisogna scegliere un nome che non piaccia al papà: semplicemente i genitori dovrebbero confrontarsi e, se non in grado di raggiungere un compromesso che soddisfi entrambi, secondo Morelli dovrebbe avere la meglio la scelta della mamma.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *