niccolò bettarini

Niccolò Bettarini esce dall’ospedale dopo l’aggressione e ringrazia tutti

Niccolò Bettarini fuori dall’ospedale dopo l’aggressione

È stata tanta la paura per i fan di Simona Ventura e Stefano Bettarini negli ultimi giorni, dopo l’accoltellamento di loro figlio Niccolò. Il ragazzo nella notte tra il 30 giugno e 1 luglio è stato aggredito all’uscita da una discoteca milanese, dove aveva trascorso la serata con gli amici. Il ragazzo è stato colpito con 11 coltellate che fortunatamente non hanno leso gli organi vitali. Nonostante inizialmente si parlasse di un quadro clinico molto grave, Niccolò fortunatamente non è mai stato in pericolo di vita. Oggi, dopo 5 giorni passati in ospedale, il figlio di Simona Ventura è stato dimesso e con un messaggio sui social ha ringraziato chi gli è stato vicino.

niccolò bettarini simona ventura

Niccolò Bettarini esce dall’ospedale e ringrazia famiglia e amici

Non sono mai stato bravo a raccontarmi. Ma, ora che sto migliorando, sento che sia giusto e doveroso dire diverse cose. Innanzitutto voglio in questo momento ringraziare la mia famiglia che mi è sempre stata vicino, nei momenti felici come in quelli brutti. Nessuno come lei ha saputo trasmettermi quella forza che mi ha permesso di non mollare mai. Sono un ragazzo fortunato e, mai come ora, sento veramente di esserlo, non solo per il fatto di essere qui a scrivervi questo post, ma anche perché so di avere degli amici che mi hanno salvato la vita. Sono cresciuto credendo nell’amicizia, è un valore fondamentale nella mia vita e farei qualunque cosa se degli amici fossero in difficoltà.
Sarò sempre grato al pronto intervento dell’ambulanza e del trauma team dell’Ospedale Niguarda di Milano. Da questa esperienza esco più forte di prima, con la consapevolezza di aver rischiato tanto. Ringrazio, inoltre, la questura e le forze dell’ordine per il lavoro che stanno svolgendo. Grazie a tutti per l’affetto che ci avete dimostrato. Ricordate sempre di essere voi stessi ma soprattutto, ricordate chi siete.

“Non sono mai stato bravo a raccontarmi. Ma, ora che sto migliorando, sento che sia giusto e doveroso dire diverse cose. Innanzitutto voglio in questo momento ringraziare la mia famiglia che mi è sempre stata vicino, nei momenti felici come in quelli brutti. Nessuno come lei ha saputo trasmettermi quella forza che mi ha permesso di non mollare mai. Sono un ragazzo fortunato e, mai come ora, sento veramente di esserlo, non solo per il fatto di essere qui a scrivervi questo post, ma anche perché so di avere degli amici che mi hanno salvato la vita. Sono cresciuto credendo nell’amicizia, è un valore fondamentale nella mia vita e farei qualunque cosa se degli amici fossero in difficoltà. Sarò sempre grato al pronto intervento dell’ambulanza e del trauma team dell’Ospedale Niguarda di Milano. Da questa esperienza esco più forte di prima, con la consapevolezza di aver rischiato tanto. Ringrazio, inoltre, la questura e le forze dell’ordine per il lavoro che stanno svolgendo. Grazie a tutti per l’affetto che ci avete dimostrato. Ricordate sempre di essere voi stessi ma soprattutto, ricordate chi siete”. Niccolò Bettarini

A post shared by Niccolò Bettarini (@mr_bettarini) on

Cosa è successo a Niccolò Bettarini

Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini è stato aggredito all’uscita da una discoteca intorno alle 5 di mattina del 1 luglio. Sembra che il ragazzo abbia difeso un amico e di conseguenza sia stato aggredito da quattro persone, che sono state arrestate dalla polizia. Secondo il pm i quattro arrestati avrebbero avuto l’intenzione di uccidere il figlio di Bettarini.

Dopo essere finito in ospedale, il ragazzo è stato sottoposto alle cure dei medici che gli hanno salvato la vita. Simona Ventura e Stefano Bettarini, dopo il grande spavento, hanno dedicato parole dolcissime a loro figlio, che il giorno dopo l’aggressione è stato operato ad una mano.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *