foto_cucina

Muore mentre pulisce la cucina di casa: il motivo ha dell’incredibile

Spagna, muore a 30 anni mentre pulisce casa

Una vera e propria tragedia quella che è avvenuta a Madrid, in Spagna. Una donna trentenne, maniaca per il pulito, è deceduta dopo aver inalato delle sostanze contenute all’interno dei prodotti per lavare casa. La donna ha fatto in tempo a chiamare i soccorsi dopo aver lavato la cucina.

I fatti

Ad uccidere la trentenne, secondo quanto riporta il Daily Mail, sarebbe stata l’ammoniaca respirata insieme alla candeggina utilizzata per pulire la stanza destinata ai pasti. La donna, accortasi subito di sentirsi poco bene, ha chiamato i soccorsi confermando di sentirsi male, con un forte senso di svenimento.

Leggi anche: L’ammoniaca al posto dei detersivi: come e dove usarla in maniera sicura

Immediato l’intervento degli operatori sanitari che, quando sono giunti presso l’abitazione della donna, hanno dovuto forzare la porta per entrare: la giovane infatti era già caduta a terra, priva di sensi. I paramedici hanno provato a rianimarla per 30 minuti prima di dichiarare l‘arresto cardiaco.

come pulire il forno a microonde

Le cause del terribile decesso

La causa del decesso, secondo quanto ammesso anche da il portavoce dell’Agenzia per la sicurezza e le emergenze di Madrid, sarebbe da rinvenire nell’intossicazione dall’inalazione dell’ammoniaca. Questa sostanza si trova comunemente nella maggioranza dei detergenti utilizzati per pulire stanze ed oggetti.

La pericolosità dell’ammoniaca

L’esposizione prolungata ad alte concentrazioni di sostanze chimiche può causare bruciore agli occhi, al naso e alla gola di una persona portando anche, nei casi più estremi, a insufficienza polmonare, insufficienza cardiaca e a danneggiare le difese del cervello, causando danni cerebrali.

Leggi anche: Candeggina in gravidanza va evitata

foto_pulire i vetri con aceto

Le parole dell’esperta

La dott.ssa Kelly Johnson-Arbor, tossicologa medica presso il National Poison Control Center, ha voluto avvertire del fatto che tutti i prodotti per la pulizia sono irritanti e chiunque, se li usa in modo costante e continuo fino all’eccesso, potrebbe riportare conseguenze gravi:

Il problema è che i sintomi non sono sempre malvagi, quindi le persone possono continuare a pulire. L’esposizione prolungata, però, può irritare i polmoni. Ci sono cose si possono fare per minimizzarne gli effetti, come aprire una finestra, ma spesso la gente pulisce luoghi con scarsa ventilazione o piccoli spazi come un bagno, il che lo rende complicato. La cosa migliore da fare è usare un agente alla volta, fare pause e assicurarsi che lo spazio sia ventilato dove possibile.

raccomanda l’esperta.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *