ricette per bambini di 1 anno

Alimentazione dei bambini e dubbi dei genitori: risponde l’esperto

Alimentazione bambini: tutte le domande di mamma e papà

Il tema dell’alimentazione è sempre molto importante, specialmente se riguarda quella dei bambini. Quali sono i cibi giusti da dargli e quali, invece, gli alimenti da evitare? Non solo: a tavola devono essere rispettate dei “codici” comportamentali? Giorgio Donegani e Barbara Perego, autori del libro Genitori a tavola, 100 risposte ai dubbi di mamma e papà (edizioni Biomedia) hanno cercato di rispondere ai tantissimi interrogativi dei genitori.

Il perché di questo libro

Questo libro nasce dall’esigenza di informare i genitori riguardo i falsi miti e le abitudini culinarie che circolano in rete. Navigando sul web, infatti, sono tantissimi gli articoli legati a nutrizione, diete, gusto, benessere con indicazioni diverse, confuse e spesso scorrette.

Il rischio reale legato alla salute alimentare è innanzitutto la malnutrizione, dovuta ad abitudini scorrette: saltare la colazione troppo spesso, farla in modo insufficiente, mangiare troppi zuccheri, mangiare in modo sbilanciato o troppo. Il secondo problema è il rischio igienico. Se ne parla poco rispetto alla malnutrizione che porta a diabete, obesità, rischio cardiocircolatorio e così via. Tuttavia, non basta preoccuparsi di acquistare un prodotto nelle migliori condizioni e scegliendo la migliore qualità disponibile; bisogna stare attenti alle modalità di conservazione per non rischiare di trasformare i cibi in fonte di rischio di infezioni

spiega Donegani.

Le bufale alimentari, dunque, potrebbero avere delle conseguenze pesanti soprattutto sulla salute dei bambini: ecco la motivazione che ha spinto i due esperti a scrivere questo libro. Di seguito, solo alcune delle domande a cui i due hanno risposto.

Burro ai bambini: da evitare?

Secondo gli esperti, il burro nell’alimentazione non è da evitare. Basta, ovviamente, fare attenzione alle quantità e non superare il limite consentito di 15/20 grammi massimo al giorno. Le proprietà benefiche del burro riguardano la discreta presenza di vitamina A ed una buona quantità di grassi insaturi, con altrettanta presenza di polinsaturi. Per quanto riguarda il colesterolo, 20 grammi di burro ne forniscono circa 50 milligrammi, quantità assolutamente minima e non pericolosa.

Leggi anche: Burro in gravidanza? Sì, ma con i giusti accorgimenti

foto_burro_gravidanza

Merendine: sì o no?

Specialmente a scuola, in molti – vuoi per comodità, vuoi per praticità – portano nello zaino merendine e snack confezionati. Ma queste fanno bene? Ni. Se molte merendine possono costituire un’ottima integrazione alla dieta, altre sono eccessivamente caloriche. Bisogna dunque controllare l’etichetta e ricordare che una buona merendina non deve superare le 200 Kcal; inoltre, preferite sempre le merendine che hanno come primo ingrediente la farina, e non zucchero o grassi.

foto_merendina

I bambini possono mangiare formaggi molli?

In molti si chiedono se i formaggi molli come il gorgonzola possono essere dati agli infanti. Gli esperti rispondono di sì, purché non si esageri dal momento che è un formaggio piuttosto grasso. Già a partire dai due anni, però, il gorgonzola può essere inserito nella dieta dei bambini senza alcun tipo di problema.

Salumi: quali e quanti?

Anche i salumi sono particolarmente apprezzati dai più piccoli, curiosi e desiderosi di assaggiare tutto: ma quali salumi bisogna mangiare, e soprattutto quali sono le quantità giuste? La bresaola e il prosciutto magro sono senza dubbio i più indicati per i bambini, e possono essere inseriti nelle loro diete per un massimo di due volte a settimana e non di più dal momento che contengono sale. Occhio invece agli insaccati, che vanno evitati o comunque consumati con moderazione.

Leggi anche: Alimentazione in gravidanza: ecco cosa si può mangiare

toxoplasmosi sintomi

I gelati: sì o no?

Il gelato, soprattutto nei mesi più caldi, è uno degli alimenti più validi che va ad integrare in modo vantaggiosa la dieta quotidiana di un bambino. Gli esperti consigliano comunque il gelato artigianale rispetto a quello confezionato, dal momento che il primo è più nutriente e non contiene additivi, al contrario di quelli industriali. I gelati, costituiti anche da latte e e panna, sono inoltre un’ottima fonte di calcio.

gelati in gravidanza

Sushi ai bambini

Il sushi è uno dei piatti che più sta spopolando in questi anni. Tuttavia, bisogna sempre andare a considerare quelli che sono i rischi che potrebbero derivare dal consumo di pesce crudo, specialmente nei bambini. È bene dunque accertarsi che il pesce sia stato prima abbattuto, quindi congelato a temperature molto basse, in modo tale da debellare i rischi che potrebbero derivare dalle larve di Anisakis, un parassita che può causare sintomi gastrointestinali.

Leggi anche: Il sushi in allattamento si può mangiare?

sushi in allattamento

Latte crudo ai bambini è consentito

Sono sempre di più le stalle che nel nostro Paese vendono latte appena munto, alimento assolutamente naturale. Per quel che riguarda i bambini, cari genitori, state tranquilli: se un tempo vi erano sospetti riguardo la dubbia igienicità del latte appena munto, oggi controlli serrati ed efficienti garantiscono un prodotto assolutamente sano, libero da qualunque impurità, refrigerato dopo la mungitura, conservato sempre alla temperatura massima di 4 °C e agitato affinché la crema non si separi.

latte

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *