fratelli

I secondogeniti sono più casinisti e propensi a finire nei guai: lo studio

I secondogeniti sono più vivaci e indisciplinati dei fratelli maggiori: lo dice la scienza

I secondogeniti sono da sempre additati come più casinisti e combina guai. Il loro comportamento è senza dubbio diverso da quello dei primigeniti, almeno nella maggior parte dei casi. Infatti i secondi figli spesso sono più esuberanti e vivaci rispetto ai primi. Questo porta i genitori a perdere molte più energie e tempo rispetto a quanto fatto con i primogeniti. Ma quello che si dice sui secondi figli, da sempre descritti come più casinisti rispetto ai fratelli maggiori, è vero? Gli studi hanno confermato che i secondogeniti hanno più probabilità di essere vivaci, indisciplinati e di finire nei guai. Perché porta i secondi figli ad avere un comportamento peggiore rispetto ai fratelli più grandi?

Leggi anche: I secondogeniti hanno una salute migliore dei primogeniti: si ammalano meno

Secondogeniti più indisciplinati dei primogeniti: lo dimostra uno studio

Secondo vari studi sembra che i secondogeniti siano più propensi ad avere un carattere piuttosto indisciplinato che li porta a mettersi nei guai. La probabilità dei secondi figli di combinare danni è del 40% più alta rispetto ai fratelli più grandi. È in particolare una ricerca condotta da economisti della MIT Sloan School of Management di Cambridge a confermare quelle che fino ad ora sembravano solo leggende.

Leggi anche: I secondogeniti nella vita hanno più successo dei primogeniti

Lo studio ha preso in considerazione dei fattori oggettivi, ovvero assenze, sospensioni e espulsioni da scuola. Sono state poi analizzati i problemi dei ragazzi con alcol e droga oltre che le denunce dei figli. Gli economisti hanno analizzato tutti questi fattori in fratelli di età differenti. Quello che è emerso conferma pienamente ciò che si è sempre detto sul comportamento dei fratelli minori, ovvero che sono davvero più casinisti e vivaci!

fratelli maggiori

Leggi anche: I secondogeniti sono meno ambiziosi rispetto ai fratelli maggiori

Perché i secondogeniti si comportano peggio rispetto ai fratelli più grandi

Cosa porta i secondogeniti ad essere più vivaci e casinisti dei primogeniti? Di certo non può essere una questione di DNA, e infatti non lo è. Sarebbero le attenzioni dei genitori che portano i primogeniti ad essere più disciplinati e in riga rispetto ai fratelli più piccoli. A spiegare la questione è stato Joseph Doyle, uno degli autori della ricerca della MIT Sloan School of Management:

I secondogeniti tendono ad avere meno attenzioni materne rispetto ai fratelli maggiori e questo perché i primogeniti, alla nascita dei fratelli, sperimentano il distacco della madre dal lavoro sia per la loro nascita che per quella dei fratelli. In aggiunta al fatto che i primogeniti godono di un’attenzione esclusiva fino all’arrivo del secondo nato, abbiamo scoperto che l’arrivo di quest’ultimo potenzialmente può estendere l’investimento dei genitori nella prima infanzia del primo.

fratelli minori

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *