papà figlio

I figli sono meno intelligenti dei papà: ecco il motivo

L’ultima scoperta: i figli sono meno intelligenti dei papà

I dati parlano chiaro: i figli di oggi sono meno intelligenti dei loro papà. A rivelarlo è il risultato di una ricerca condotta in Norvegia dal 1970 al 2009, condotta da Bernt Bratsberg e Ole Rogeberg del Centro Ragnar Frisch per la Ricerca Economica. L’indagine, che si è svolta basandosi sui test sul Quoziente d’Intelligenza (QI), ha attestato che questo è iniziato a calare con una media di 7 punti a generazione, a partire dagli anni ’70.

Lo studio

La ricerca, pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, ha evidenziato in questo “calo di intelligenza” dei giovanissimi di oggi la tendenza dei ragazzi a passare troppo tempo davanti a smartphone e videogiochi, oltre al fatto di leggere e studiare meno di quanto si dovrebbe fare.

foto_leggere_bimbi

Leggi anche: I genitori che praticano sport hanno figli più intelligenti: lo studio

I risultati della ricerca

I ricercatori hanno esaminato donne e uomini che hanno condiviso gli stessi geni e lo stesso ambiente familiare per anni; ecco perché hanno testato le loro tesi su delle coppie di fratelli e sorelle. Alla fine, è emerso che dal 1962 e il 1975, i livelli di QI esaminati sui fratelli presi in indagine sono aumentati (da 99,5 a 102,3 punti), mentre a partire dal 1989 il QI e’ sceso a 99,4 punti. Viene da chiedersi come questo sia possibile dal momento che le condizioni di vita, economiche e sociali degli anni più recenti sono decisamente migliori di quelli di decenni fa.

Il motivo

La causa della diminuzione netta del QI sarebbe, per i ricercatori, da individuare nei fattori ambientali: il declino degli usi e dei costumi, il calo dei valori educativi della famiglia e della scuola, e l’avvento dei mass media come televisione e smartphone la televisione e i media avrebbero contribuito ad un netto peggioramento dei valori del QI.

Cellulare e iperattività

Leggi anche: I bambini che dicono le bugie sono più intelligenti

La conferma in altri studi

Il tutto è stato confermato anche da altri recenti studi. Una ricerca inglese, ad esempio, ha evidenziato che i valori del QI sono diminuiti tra 2,5 e 4,3 punti a partire dalla Seconda Guerra Mondiale e per ogni dieci anni. Una indagine americana, invece, ha sottolineato che i che mangiano pesce diventano più intelligenti, anche se questo alimento non è accessibile in tutti i paesi del mondo.

Leggi anche: 5 cose da fare per rendere i bambini più intelligenti

Come risolvere il problema, allora? Ogni genitore dovrebbe impegnarsi a rieducare suo figlio improntando il suo stile di vita sugli usi e sui valori degli anni passati.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *