Bandiera Verde

Ecco le 136 spiagge Bandiere Verdi scelte dai pediatri “a misura di bambino”

Spiagge per bambini, Bandiere Verdi 2018

Quest’anno sono 136 le spiagge Bandiere Verdi scelte dai pediatri italiani per i nostri bambini. Sabbia, lidi attrezzati, mare pulito ma anche giochi e molti comfort. Insomma spiagge “a misura di bambino” e soprattutto in totale sicurezza con la presenza di bagnini. Da nord a sud, ecco quali sono le località adatte per le nostre famiglie italiane!

Spiagge italiane “a misura di bambino”

bambini spiagge

Anche quest’anno l’AdnKronos Salute Farnetani ha individuato, con il consulto di ben 2380 pediatri italiani, le spiagge più adatte per i nostri bambini.
Ovviamente sono stati presi in considerazione dei parametri per individuare quali potessero essere le spiagge “a misura di bambino”. Innanzitutto una spiaggia Bandiera Verde ha acqua limpida e bassa alla riva, per la sicurezza dei più piccoli. Ma non solo, è fondamentale infatti la presenza di sabbia per realizzare i classici castelli e per far giocare i bambini con secchiello e paletta. Non devono poi mancare lidi attrezzati, con bagni e spazi per cambiare pannolini o allattare, giochi, bagnini e scialuppe di salvataggio.
Tra i criteri di valutazione poi, i pediatri italiani hanno individuato tutte quelle spiagge che nei dintorni possedevano: gelaterie, ristoranti, pizzerie e spazi per lo sport.

Spiagge Bandiere Verdi 2018 in Italia

Dunque le spiagge adatte ai bambini e quindi promosse dai nostri pediatri risultano ben 136. Si tratta tra l’altro di località marine che dalla Toscana alla Calabria e dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia, coprono tutto il territorio nazionale.

foto_spiaggia
Il Prof. Italo Fernetani, che da ben undici anni conduce lo studio, ricorda:

Fra le località proposte è stata selezionata almeno una spiaggia per ognuna delle regioni rappresentate, dimostrando così la dimensione nazionale del campione

Dall’elenco capiamo che i nostri pediatri preferiscono la sabbia ai sassi e che hanno valutato lo spazio tra gli ombrelloni per permettere ai bambini di giocare liberamente ma sempre in sicurezza. Infatti, non devono mancare i bagnini per intervenire in casi di emergenza.

LEGGI ANCHE: dove andare in vacanza con i bambini

Elenco spiagge Bandiere Verdi

bandiere verdi

Ad aprile sono state consegnate le Bandiere Verdi ai sindaci dei comuni coinvolti. Quest’anno si sono aggiunte due località: Bianco (RC) e Sqillace (CZ). La Calabria resta la regione con più Bandiere verdi, ne conta infatti 18 e sono: Bianco (Reggio Calabria), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina – Punta Alice (Crotone).
Poi: Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa – Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia – Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo Valentia), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio Calabria), Santa Caterina dello Ionio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).

foto-spiaggia
Ecco l’elenco delle altre spiagge italiane nominate quest’anno Bandiere Verdi.

Bandiere Verdi in Abruzzo, Basilicata e Campania

Giulianova (Teramo), Montesilvano (Pescara), Pescara, Pineto – Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti),
Maratea (Potenza), Marina di Pisticci (Matera). Agropoli – Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola – Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica – Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano – Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno).

Bandiere Verdi in Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Lazio

Bellaria – Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia – Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forli Cesena), Gatteo – Gatteo Mare (Forli – Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Ravenna – Lidi Ravvenati (Ravenna), Riccione (Rimini), Rimini, San Mauro Pascoli – San Mauro mare (Forli – Cesena). Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine). Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene – Cala Nave (Latina).

Bandiere Verdi in Liguria, Marche e Molise

Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona). Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano – Nord – Sassonia – Torrette/Marotta (Pesaro – Urbino), Gabicce mare (Pesaro – Urbino), Grottamare (Ascoli Piceno), Numana – Alta – Bassa Marcelli.
E ancora: Nord (Ancona), Pesaro (Pesaro – Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), Senigallia (Ancona), Sirolo (Ancona). Termoli (Campobasso).

foto_cocco_spiaggia

Bandiere Verdi in Puglia, Toscana e Veneto

Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto), Melendugno (Lecce), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia).
Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino-Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto, Principina a mare (Grosseto), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Ercole (Le Viste) – Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda -Pozzarello) (Grosseto), Pietrasanta – Tonfano, Focette (Lucca), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca).
Caorle (Venezia), Cavallino Treporti (Venezia), Chioggia – Sottomarina (Venezia), Iesolo– Jesolo Pineta (Venezia), Lido di Venezia (Venezia), San Michele al Tagliamento – Bibione (Venezia).

Bandiere Verdi in Sicilia e Sardegna

Sardegna: Alghero (Sassari), Bari Sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia-Tempio), Carloforte – Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari).
E ancora: Is Aruttas – Mari Ermi (Oristano), La Maddalena: Punta Tegge-Spalmatore (Olbia-Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant’Elena (Cagliari), Santa Giusta (Oristano), San Teodoro (Nuoro), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra).
Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa). Infine: Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Marina di Ragusa (Ragusa), Marsala – Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), Playa (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino ( Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa).

LEGGI ANCHE: Consigli per le neo-famiglie in vacanza

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *