bonus bebè ritardi

Bonus bebè 2018 ritardi: quando saranno pagate le mensilità arretrate

Bonus bebè 2018

Non è un segreto, ormai i genitori hanno imparato a farci i conti: il bonus bebè è perennemente in ritardo. Il sussidio che lo Stato dà alle famiglie per il primo anno di vita del bambino, o durante il primo anno dall’adozione, non arriva mai in tempo. Così i genitori si trovano spesso a fare i conti con mensilità arretrate e ritardi anche ingenti. Il sussidio, che dovrebbe servire per aiutare i genitori nell’affrontare le prime spese dopo l’arrivo del bambino, molto spesso ritarda di molti mesi e non persegue quindi le finalità che si prefissa. La domanda che molte famiglie si pongono è quando arriverà il bonus bebè tanto atteso. Qual è la risposta a questa domanda? Quando verranno pagate le mensilità arretrate del bonus bebè?

Leggi anche: Nel 730 va dichiarato il bonus bebè?

Bonus bebè 2018: quando verranno pagate le mensilità arretrate

Quando verranno pagate le mensilità arretrate ai genitori che hanno fatto richiesta del bonus bebè? Molte famiglie non ricevono il bonus bebè da aprile o maggio. L’erogazione della quota, che dovrebbe essere quindi mensile, è bloccata da un paio di mesi. In realtà alcuni genitori hanno ricevuto nei giorni scorsi una mensilità, ma si tratta di quella di giugno. Come è possibile che l’Inps abbia pagato la mensilità di giugno e non quelle di aprile e maggio? Dove sono finiti quei soldi? Secondo quanto riporta la pagina Facebook dell’Inps, entro la fine del mese la situazione dovrebbe essere regolarizzata. I genitori dovrebbero quindi ricevere gli arretrati entro la fine di giugno. L’Inps ha invitato le famiglie a controllare costantemente l’area riservata ai pagamenti.

sussidi maternità

Leggi anche: Bonus bebè, domanda in ritardo: cosa succede agli arretrati

Bonus bebè ritardi: perché i genitori aspettano così tanto per ottenere il sussidio

Non è la prima volta che i genitori notano un ritardo nel pagamento del bonus bebè. Perché L’Inps ci mette così tanto – a volte addirittura fino ad 11 mesi – prima di pagare i genitori? Prima che l’Inps accolga la domanda e la lavori, ci vuole davvero molto tempo. Altre settimane passano prima che l’Istituto di Previdenza Sociale eroghi il bonus. Passano così molti mesi prima di riuscire ad ottenere i tanto agognati 80€.

La colpa a volte è dello stesso Patronato che invia all’Inps domande incomplete che quindi non vengono accettate. Il sistema elettronico si blocca se i documenti non ci sono tutti e questo va ad aumentare di molto le tempistiche.

Leggi anche: A chi spetta e come richiedere il bonus bebè

Bonus bebè, cosa prevede

Ma cosa prevede il bonus bebè? Dal 2018 il sussidio è stato ridotto ad un anno: prima aveva durata triennale. Il sussidio prevede l’erogazione di 80€ al mese per un anno per chi ha Isee compreso tra 7.000€ e 25.000€ e 160€ al mese per chi invece ha un Isee più basso di 7.000€.

bonus bebè

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *