foto_antibiotici_gravidanza

Antibiotici in gravidanza ad una donna su due: dati allarmanti

Antibiotici in gravidanza prescritti ad una donna su due

Fanno riflettere e preoccupare le conclusioni a cui è giunto lo studio “Drug prescribing during pregnancy in a central region of Italy, 2008-2012”, pubblicato su Bmc Public Health. L’indagine, condotta da ricercatori del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio, si è svolta su un campione di donne tra i diciotto ed i quarantacinque anni che hanno dato alla luce un figlio tra il 2008 ed il 2012. L’oggetto di studio è stata l’assunzione di antibiotici da parte di gestanti durante i nove mesi.

antibiotici in gravidanza

I risultati

Ne è emerso che al 50% delle gestanti sono stati prescritti degli antibiotici. Questi, talvolta, sono stati definiti inappropriati (un quinto dei casi) o dannosi per il feto. In particolare, ad otto donne su dieci è stato prescritto dal medico almeno un farmaco inerente la supplementazione di progestogeni per trattare la minaccia d’aborto (22% di casi), o il farmaco teratogeno (prescritto nello 0,8% dei casi). In media, ogni donna ha assunto 4,6 farmaci per gravidanza.

Dati allarmanti

L’ISS – Istituto Superiore di Sanità – ha definito “allarmante” la percentuale (il 50.7%) di antibiotici che vengono prescritti ad una gestante. I farmaci somministrati, infatti, sono quasi il doppio rispetto a quelli degli altri paesi europei, dove la media varia tra il 27% ed il 32%. Secondo i dati dell’ISS, addirittura,

In Italia il livello di antibiotico-resistenza si colloca fra i più elevati in Europa.

Antibiotici in gravidanza

Antibiotici in gravidanza: sì o no?

L’assunzione di farmaci durante la gravidanza viene considerato un fenomeno del tutto eccezionale, e sarebbero da assumere solo in casi di assoluta necessità. Ricordate, inoltre, che non tutti gli antibiotici in gravidanza, infatti, possono essere usati.

Antibiotici in gravidanza dannosi per i bambini

Gli antibiotici in gravidanza avrebbero anche delle conseguenze strette sui nascituri: se assunti durante la gestazione, questi medicinali aumenterebbero il rischio di malattie infettive nei bambini. A dirlo, è stato uno studiopubblicato sull’International Journal of Epidemiology che ha esaminato i dati di oltre 770.000 bambini danesi nati tra il 1995 e il 2009.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *