immagini tatuaggi

Tatuatore sbaglia a scrivere nome del figlio, mamma cambia documenti all’anagrafe

Tatuaggi: la storia di una mamma!

Di recente una mamma ha raccontato la sua strana esperienza con i tatuaggi! Il suo racconto ruota attorno ad un tatuaggio con nomi che le è stato fatto sul braccio. In origine, il suo desiderio era quello di onorare i suoi due figli con un segno indelebile sulla sua pelle. Peccato che l’idea, seppur bella e dettata dalle migliori intenzioni, sia finita nel peggiore dei modi. Le è stato tatuato il nome sbagliato ed è corsa all’anagrafe per cambiare il nome del figlio!

Significato tatuaggi: perché sono così gettonati?

Un tattoo può essere fatto per pura vanità, esistono tatuaggi con le scritte, o con vere e proprie “decorazioni” che mettono in risalto alcune parti del corpo. Nella maggior parte dei casi, come nel caso della mamma di cui parliamo, il tatuaggio simboleggia qualcosa o qualcuno di importante. Le frasi da tatuare sul proprio corpo possono essere tante e i tatuaggi in lettere hanno l’inconveniente di dover rispettare l’ortografia! Tatuarsi il nome dei propri figli è una scelta che ormai molti genitori fanno, con l’idea di portare sul proprio corpo il segno del loro amore più grande. A quanto pare, le vicessitudini che si nascodono dietro ad un tatuaggio sono varie!

tatuaggi

Tattoo: l’errore del tatuatore

Quanto accaduto sembra così surreale da essere riconducibile per lo più ad una scena di un film. Invece è successo realmente in Svezia, ad una mamma che si è rivolta a uno studio di tattoo per farsi incidere su pelle il nome di Kevin e di Nova, i suoi due figli. Come riporta Il Messaggero, il nome del maschietto si è trasformato in “Kelvin” al posto di “Kevin”. L’errore del tatuatore non è saltato subito all’occhio della donna: “All’inizio l’ortografia non mi sembrava sbagliata – ha spiegato la donna all’Indipendent – Per me, il testo è capovolto quindi non ho notato immediatamente l’errore. Ma mentre eravamo seduti in macchina, mio cugino ha fatto una foto del tatuaggio e me l’ha fatta vedere. Stavo per svenire. Sulla mia pelle c’era scritto Kelvin invece di Kevin, non pensavo fosse vero. Mio cugino rideva, dopo il primo momento di sbigottimento ci siamo chiesti: ma è uno scherzo?”

tattoo

Purtroppo no, nessuno scherzo! Il tatuatore aveva scritto una “l” laddove non ci stava. La signora racconta di essere tornata immediatamente dal tatuatore chiedendo di risolvere l’errore fatto. L’uomo ha, però, spiegato che quanto chiedeva non era purtroppo possibile. Ha proseguito dicendole che l’unica cosa indicata da fare fosse un intervento con il laser. La mamma, però, ha preferito evitare il dolore e le sedute lunghe un anno e ha preso una decisione drastica e definitiva: “Dopo aver pensato un po’, abbiamo deciso di cambiare nome al piccolo e chiamarlo Kelvin”. Inoltre, la scelta fatta si rivelata essere quella giusta con il passare del tempo: “Ora ci piace e non voglio tornare indietro”. Ma il nome della figlia? A tal proposito la donna dice: “ho intenzione di scrivere il nome della piccola su un pezzo di carta e di farlo controllare al tatuatore migliaia di volte”.

Sono un'ostetrica e svolgo con passione e dedizione il mio lavoro, orgogliosa, testarda e determinata in tutto quello che faccio. In virtù di questo continuo a studiare e specializzarmi per aumentare la mia preparazione, svolgo attività di volontariato e conduco corsi di accompagnamento alla nascita. Inoltre, adoro comunicare e mettere a disposizione delle donne le mie conoscenze e competenze!! :) Email: j.gugliotta@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *