pulizie domestiche

Pulizie: per la scienza ledono ai polmoni come fumare

Le donne ed i problemi derivanti dalle faccende domestiche

Donne, nonne, mamme, zie, figlie, nipoti… guerriere tuttofare alle quali, tranne in qualche eccezione, è affidato lo svolgimento delle pulizie domestiche. Ed eccole lì di ritorno dal lavoro, o perché no dalla scuola, che si danno da fare per sistemare la casa e renderla splendente. Da ciò ne deriva non solo grande stanchezza ma, a detta della scienza, anche problemi a livello di capacità dei polmoni e pervietà delle vie aeree. Scopriamo, insieme, cosa afferma la ricerca pubblicata dall’American Thoracic Society.

Le pulizie nuocciono alla salute dei polmoni

Uno studio, condotto da un team di ricercatori di un’università norvegese, afferma che esiste una correlazione tra le pulizie e la salute dei polmoni. Questa ricerca riguarda le donne che utilizzano, in maniera regolare, gli articoli per la pulizia e quelle che invece non effettuano le faccende domestiche. Lo studio sostiene che coloro che puliscono casa, o lo facciano regolarmente per lavoro, siano più soggetti ad avere problemi ai polmoni rispetto a chi non pulisce.

faccende domestiche

In tutto sono stati presi in esame i dati di 6.235 aderenti, la cui età media era pari a 34 anni. Questi ultimi sono stati posti sotto osservazione per un periodo di venti anni. L’oggetto della ricerca sono stati gli effetti, a lungo termine, delle sostanze chimiche contenute all’interno dei prodotti utilizzati per l’igiene della casa.

Le considerazioni dei ricercatori

Cecile Svanes, il “condottiero” di tale ricerca, afferma di aver avuto il timore che l’eccessivo utilizzo di determinate sostanze durante le pulizie domestiche avrebbe gradualmente danneggiato le vie aeree. In secondo luogo si aveva il dubbio che, il contatto con certi agenti chimici, avrebbe accelerato il processo di deterioramento della funzionalità dei polmoni. Alla fine di tali studi è emerso che le donne che effettuavano le faccende domestiche diminuivano, annualmente, la capacità polmonare come se avessero fumato 20 pacchetti di sigarette ogni anno.

salute polmoni

Tali risultati inizialmente sorpresero i pionieri della ricerca che, dopo averci riflettuto sopra, pensarono che effetti simili erano molto prevedibili in seguito all’inalazione di sostanze nocive.
Il team di studiosi è arrivato alla conclusione che ad essere colpite dagli agenti chimici, in particolare, siano le mucose delle vie aeree. Queste ultime non ricevono correttamente l’aria, creando non pochi problemi respiratori.

Quali sono i limiti della ricerca sulle pulizie domestiche

Tali studi, nonostante tutto, potrebbero non essere attendibili in quanto presentano diversi limiti. Questi ultimi sono dovuti al fatto che lo studio, relativo allo svolgimento delle pulizie, è stato effettuato su un campione di partecipanti numericamente troppo ridotto. Sono poche, infatti, le donne che non svolgono le pulizie né a casa né a lavoro. Così come sono pochi, in generale, gli uomini impiegati in questo particolare settore.

prodotti pulizia

Gli agenti chimici contenuti all’interno dei prodotti per la pulizia, secondo il team di ricercatori, sono nocivi per la salute dei polmoni. Essi affermano, inoltre, che tali sostanze non siano strettamente necessarie ma, bensì, possano essere sostituite da un po’ d’acqua ed un panno in micro fibra.

Ho 29 anni e sono un'operatrice socio assistenziale, mi è sempre piaciuto lavorare con i bambini. Ho maturato diverse esperienze nel settore dell'animazione, all'interno di ludoteche e campi scuola. Il mondo dei bambini mi affascina, ho sempre sentito di avere un feeling particolare con loro! Non sono madre ma mi piacerebbe diventarlo un giorno, ed aspettando che questo giorno arrivi considero Passione Mamma una piacevole palestra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *