Il pisolino migliora l’attenzione e la memoria: lo studio

Pisolino: sì o no?

Dopo pranzo, è normalissimo avere sonno improvviso e cedere alla tentazione del pisolino pomeridiano, specialmente in età infantile ed adolescenziale: che fare, allora? Gli esperti suggeriscono ai genitori di lasciar dormire i propri figli: la cosiddetta “pennichella” è infatti fondamentale nella fase adolescenziale: vediamo il perché.

Lo studio

Secondo una ricerca condotta dall’Università del Delaware e pubblicata sulla rivista Behavioural Sleep Medicine, dormire non prima delle 16 del pomeriggio dai 30 ai 60 minuti fa bene: migliora l’attenzione e la memoria dei più piccoli. Lo studio ha anche rivelato che tutti quegli adolescenti che dormivano spesso il pomeriggio, tendevano ad avere un sonno notturno migliore.

foto_sonno

Come è stata condotta la ricerca

La ricerca è stata possibile dopo aver tenuto sotto esame in Cina 363 giovanissimi di circa dodici anni, dei quali è stato misurata la durata del sonno notturno ma anche la qualità del riposo, insieme ad una serie di prestazioni di attività neurocognitive.

Quel che è emerso è che nella fase adolescenziale il ritmo circadiano (il ciclo di 24 ore della persona) si sposta in avanti di circa due ore, ed è per questo che ogni giovanissimo dovrebbe riposare dai 30 ai 60 minuti tutti i pomeriggi per avere, tra le altre cose, benefici sulla capacità di ragionamento verbale e non, sull’abilità mnemonica ma anche per quanto riguarda il linguaggio.

foto_sonno_bimbi

Le parole dell’esperto

Xiaopeng Ji, leader dello studio, ha ammesso che

Il pisolino durante il giorno è un tema piuttosto controverso negli Stati Uniti: nella cultura occidentale, il modello monofasico del sonno è considerato un indicatore della maturazione del cervello, mentre in Cina, ad esempio, il tempo per sonnecchiare è incorporato nel programma post-pranzo per molti adulti negli ambienti di lavoro e negli studenti delle scuole”

Ecco, allora, il perché è necessario che ogni adolescente segua il suddetto modello cinese.

Tanti studi a riguardo

Questo è solo l’ultimo degli studi condotti a riguardo: un’altra recente ricerca di VicHealth e della Fondazione per la salute del sonno ha evidenziato che non dormire abbastanza è risultato essere un serio problema di salute per molti adolescenti e giovani australiani.

foto_sonno_bimbi

Non dormire abbastanza può davvero incasinare tutti noi, ma i giovani in particolare sono a rischio di una serie di problemi di salute mentale come depressione, ansia, bassa autostima e problemi di umore

ha detto il CEO di VicHealth, Jerril Rechter, che poi ha aggiunto:

I problemi del sonno durante l’infanzia sono, in casi estremi, anche associati a pensieri suicida negli adolescenti, quindi è davvero fondamentale sostenere i giovani per far sì che dormano effettivamente per tutto il tempo di cui hanno bisogno

ha concluso.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *