bambino mangia yogurt

Bimbo mangia yogurt il giorno della scadenza e finisce in ospedale

Bambino mangia uno yougurt che scade il giorno stesso e si sente male

Lo yogurt che Giovanni, ha mangiato scadeva il giorno stesso, eppure il bambino di 10 anni si è sentito malissimo poco dopo aver ingerito il prodotto. I suoi genitori Maria e Michelangelo, di Piano di Sorrento, hanno dato il permesso a loro figlio di mangiare lo yogurt alla fragola perché la data di scadenza riportata sulla confezione era proprio quella di quel giorno, ma le cose non sono andate secondo i piani. Il fatto è accaduto lo scorso 9 aprile. Come un qualsiasi giorno Giovanni ha mangiato lo yogurt alla fragola di una nota marca italiana per merenda. Dopo poco però il bambino si è sentito male e i genitori hanno dovuto portarlo in ospedale.

Mal di pancia, vomito e diarrea: sono questi i sintomi che Giovanni ha accusato poco dopo aver mangiato lo yogurt alla fragola. Maria e Michelangelo, che hanno raccontato la storia a “Il Messaggero”, hanno portato subito il bambino in ospedale. Il piccolo una arrivato al pronto soccorso è stato sottoposto a degli accertamenti. I medici hanno appurato che Giovanni avesse un’intossicazione. Dopo la diagnosi il personale sanitario ha cercato di capire cosa avesse fatto male al bambino. I genitori hanno subito capito che a far così male a loro figlio poteva essere stato proprio quello yogurt non ancora scaduto ma che evidentemente era avariato.

I genitori per verificare la loro ipotesi hanno aperto anche gli altri yogurt della stessa confezione e hanno capito di aver ragione. I barattoli di yogurt con scadenza identica a quello mangiato da Giovanni avevano fatto la muffa. I medici hanno quindi confermato le ipotesi di Maria e Michelangelo, spiegando che proprio lo yogurt aveva fatto male al bambino.

yogurt bambino

Leggi anche: A quanti anni si può dare lo yogurt al bambino

La famiglia ha contattato la casa produttrice, ma la risposta non è stata soddisfacente

La famiglia di Giovanni si è subito rivolta ad un legale, l’avvocato Stefano Liguori. Attraverso il legale la famiglia ha contattato la casa produttrice di yogurt, che ha preso sottogamba la situazione. La nota marca di yogurt ha infatti proposto ai genitori di Giovanni di dare come compenso per la triste avventura un pacco di yogurt “freschi di produzione”. Ovviamente la risposta non ha soddisfatto la famiglia del bambino, che a causa del prodotto andato a male è stato ricoverato.

“Non è la risposta che ci aspettavamo e chiederemo il risarcimento dei danni in sede civile”

ha spiegato l’avvocato Stefano Liguori. Il caso si sposterà quindi nelle aule di Tribunale dove la famiglia si augura che la vicenda di Giovanni avrà giustizia.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *