bimbo dimenticato auto

Accompagna la moglie incinta in ospedale, ma lascia i figli chiusi in auto

Uomo accompagna la moglie con le contrazioni al pronto soccorso, ma lascia in auto i figli più piccoli

Dal momento delle doglie, per ogni donna in procinto di partorire, è una corsa al pronto soccorso. Il bambino può nascere da un momento all’altro e per questo motivo quando si iniziano ad avvertire contrazioni più frequenti si va di corsa in ospedale. Nonostante quei momenti frenetici, non si può giustificare quanto accaduto ad un uomo di origine russa che ha accompagnato la moglie che doveva partorire all’ospedale Gemelli di Roma. L’uomo ha portato la donna al pronto soccorso, ma ha lasciato chiusi in auto i due figli più piccoli.

Medici e infermieri sono accorsi immediatamente, salvando la vita ai piccoli

Hanno uno e due anni i bambini che sono stati lasciati in auto dal papà intento ad accompagnare al pronto soccorso la moglie partoriente. I piccoli sono stati fortunatamente notati dai passanti, che hanno sentito dei pianti sospetti provenire dalla vettura. Le persone di passaggio hanno infatti sentito le urla e i pianti dei piccoli chiusi in un’auto nel parcheggio dell’ospedale e hanno immediatamente allertato i dipendenti dell’ospedale.

Leggi anche: La mamma dimentica il neonato in auto: due angeli custodi lo salvano

Medici e infermieri sono accorsi nel parcheggio dove la vettura si trovava in un batter d’occhio e hanno provato ad aprire l’auto. I piccoli, seppure fossero chiusi da pochi minuti, mostravano già segni di dispnea. Il sole di maggio infatti è molto caldo e in auto, con i finestrini chiusi, la temperatura sale molto velocemente.

Non riuscendo ad aprire la macchina, medici e infermieri hanno allertato la vigilanza dell’ospedale. Prima che gli uomini sfondassero i finestrini dell’auto però, è tornato il papà dei bambini. L’uomo ha aperto la portiera, permettendo così ai sanitari di soccorrere i piccoli.

bimbo auto

Leggi anche: Cosa succede al corpo di un bambino lasciato in auto

I piccoli sono stati ricoverati per precauzione

Ai bambini sono state prestate sul posto le cure di primo soccorso, e sono successivamente stati trasferiti all’interno dell’ospedale, inizialmente al pronto soccorso pediatrico e poi nel reparto di pediatria. Fortunatamente i piccoli non sono in pericolo di vita, ma i medici hanno preferito tenerli sotto osservazione.

Perché l’uomo ha lasciato i figli in auto

Il papà dei piccoli si è giustificato dicendo che si era allontanato di corsa per portare la moglie, in procinto di partorire il terzo figlio, al Pronto Soccorso di Ostetricia e Ginecologia. Pare infatti che la donna, una volta arrivati davanti all’Ospedale Gemelli, stesse per partorire: così l’idea dell’uomo di portare subito la moglie al Pronto Soccorso, lasciando soli per qualche minuto i due bambini.

seggiolino

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *