foto_bimbi_parco

Trento, ciclista al cellulare investe tre bimbi e scappa

Trento, paura al parco

É un tranquillo pomeriggio di un giovedì primaverile quando quella che doveva essere una partitella di calcio ha rischiato di trasformarsi in tragedia. É successo ieri 26 aprile a Trento, in un parco della città. Verso le 18, tre amichetti di quattro anni circa si sono ritrovati in compagnia delle rispettive mamme per passare qualche ora insieme, mentre giocavano a pallone.

Un pomeriggio che ha rischiato di trasformarsi in tragedia

Poi, l’inaspettato: il pallone è sfuggito verso la pista ciclabile che costeggia il parco giochi. I bambini, secondo le testimonianze dei presenti, sarebbero scappati alla rincorsa della palla ritrovandosi così in mezzo alla pista ciclabile. Il giovane ciclista alla guida delle due ruote, intento a guardare il cellulare, non si sarebbe accorto però della presenze dei tre bimbi, investendoli.

Trento, ciclista al cellulare investe tre bimbi e scappa

L’impatto è stato veloce ed inevitabile, i piccoli si sono ritrovati a terra con ferite in volto e sul corpo. Ad avere la peggio, in particolare, è stato un bimbo che ha riportato un dente perso ed una forte contusione in volto: questo il reperto medico dopo la nottata passata in ospedale.

Il ciclista è scappato

La cosa più grave, però, è che il giovane conducente della bicicletta non si è fermato a soccorrere i tre infanti, ma ha preferito scappare di corsa senza lasciare traccia. Immediati i soccorsi da parte dei passanti e dei presenti: secondo quanto riporta IlDolomiti.it, le prime cure si sono svolte in una gelateria vicino la pista ciclabile con il personale che ha provveduto a fornire le medicazioni e un po’ di gelato ai bimbi.

Il giovane conducente della bici è stato denunciato

Ora gli agenti di polizia stanno cercando di identificare il giovane ciclista in base alle descrizioni fornite dalle mamme dei bambini, che pare vogliano sporgere denuncia nei confronti dell’investitore in fuga. L’episodio, anche se si è risolto senza troppi danni, fa riflettere e riaccendere il tema sull’uso di cellulari alla guida di un mezzo.

No agli smartphone alla guida

Lo scorso dicembre la commissione Trasporti della Camera ha proposto una serie di emendamenti per rinforzare le norme di sicurezza alla guida: tra questi, anche una legge che prevede sanzioni doppie per chi usa smartphone e cellulari alla guida.

Peccato però che il Senato abbia bocciato in aula l’esame sulla normativa che prevedeva multe salate per l’uso di cellulari alla guida e l’obbligo di prevedere allarmi per i seggiolini dei bimbi. Queste misure non saranno messe ai voti a causa dell’estraneità della materia.

Sono stati oltre 2.000, infatti, gli emendamenti che la Commissione bilancio della Camera ha dichiarato

inammissibili per estraneità di materia o per difetto di copertura

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *