puerperio contraccezione

Puerperio e rapporti sessuali: perché bisogna stare attenti

Il puerperio: che cos’è e significato

Il puerperio è il periodo post parto. Più precisamente è il periodo che va dal parto alla normale ripresa delle attività quotidiane della donna. In questo lasso di tempo la neo mamma viene definita nel linguaggio medico anche puerpera, ovvero colei che ha di recente partorito. Cosa succede dopo il parto? Durante il puerperio è bene prestare attenzione ai rapporti sessuali, che molte donne riprendono a poche settimane dal parto. Non fare la giusta contraccezione potrebbe portare ad un’altra gravidanza. Dunque, nel puerperio si deve fare contraccezione? Assolutamente sì e a spiegarci il motivo è l’ostetrica Giusy Landi.

Puerperio e rapporti sessuali: perché bisogna stare attenti? Lo spiega in questo video l’ostetrica Giusy Landi!

Puerperio e rapporti sessuali

Si può rimanere incinta dopo il parto? Si può rimanere incinta durante l’allattamento? È possibile rimanere incinte nel puerperio?

Sì, durante il puerperio bisogna fare contraccezione anche se molti pensano il contrario. Il motivo? Perché teoricamente dopo il parto il corpo si difende da un’altra gravidanza, perché ha bisogno di un periodo di recupero. L’allattamento, alzando l’ormone della prolattina, inibisce la procreazione. Ma non è detto che sia sempre così.

Come funziona la fertilità dopo il parto? Perché quindi molte donne restano incinte nel periodo del puerperio, subito dopo il parto? Il motivo è chiaro:

Perché non possiamo sapere se quella prolattina ha dei livelli così alti da non consentire la procreazione durante il puerperio. Per questo l’ovulazione potrebbe avvenire se si riprendono i rapporti sessuali.

Ergo, è facile rimanere incinta allattando. Per questo è bene tenere a bada puerperio e rapporti sessuali e fare corretta contraccezione durante il periodo post parto. Soprattutto se la puerpera ha avuto un parto cesareo, che è sicuramente uno dei parti più complicati e difficili.

Se si ha un’attività sessuale dopo il parto è bene fare contraccezione. A maggior ragione se si ha avuto un taglio cesareo. Avere un gravidanza subito dopo un cesareo potrebbe essere rischioso, potrebbe portare ad una rottura dell’utero. È importante che l’utero cicatrizzi per bene. In questi casi si necessità di un’attesa di almeno un anno.

puerperio e rapporti sessuali

Post parto: i contraccettivi migliori da usare

Quali metodi contraccettivi usare nel periodo puerperale per tenere a bada l’ovulazione post parto? L’ostetrica Giusy Landi suggerisce:

Preservativo e mini pillola. Quest’ultima è perfetta per chi allatta: la mini pillola è fatta solo di progesterone e non dà problemi con gli estrogeni dell’allattamento

post parto contraccezione

Puerpera: il corretto stile di vita dopo il parto

Oltre a fare contraccezione, dopo il parto è bene condurre un corretto stile di vita sano. La mamma deve prendersi cura del bambino, in special modo dei primi giorni di vita del neonato, ma anche di se stessa. A partire dall’alimentazione: se si allatta alcuni cibi potrebbero danneggiare il latte e arrecare delle coliche al bambino.

Qual è l’alimentazione post parto corretta? Qual è l’alimentazione giusta in allattamento? In primis vanno evitati alcol e fumo. Poi bisogna privilegiare una dieta ricca di carboidrati e proteine. Spazio a frutta e verdura, ma anche a carne bianca e pesce azzurro.

Non va poi dimenticata l’attività fisica: in questo periodo sono perfette per le puerpere le passeggiate all’aria aperta. Per la palestra e gli altri sport bisognerà attendere ancora un po’: la donna deve essersi ripresa completamente dal parto, naturale o cesareo che sia. Sicuramente il taglio cesareo – essendo a tutti gli effetti un intervento chirurgico – richiede più tempo di un parto spontaneo.

puerpera

Puerperio durata

Quanto dura il puerperio? Il periodo post parto dura generalmente tra le sei e le otto settimane, quando si riprende a tutti gli effetti la funzione ovarica.

periodo puerperale

I disturbi del puerperio

Il puerperio è un periodo di transizione e non è sempre facile viverlo. Molte puerpere presentano in questo lasso di tempo dei problemi fisici evidenti. Quali?

Morsi uterini
Sono contrazioni dell’utero che avvengono nel periodo puerperale. Dopo la nascita del bambino, l’utero deve ritornare alla sua dimensione naturale e questo comporta delle contrazioni nella puerpera. Sono più intensi nei primi giorni dopo il parto per poi diminuire gradualmente, fino ad esaurirsi entro 40 giorni dalla nascita del bambino. Si percepiscono in particolar modo quando si allatta il bebè. Sono dolori sopportabili, molto simili ai classici dolori mestruali.

Lochiazioni post parto
Sono delle perdite fisiologiche, dei residui uterini della gravidanza. In pratica l’utero si ripulisce di tutto quello che resta del parto e lo elimina sottoforma di perdite. Le lochiazioni durano circa un mese. Per questo è importante usare degli assorbenti per il puerperio e curare l’igiene intima con detergenti delicati che non alterano il ph vaginale.

Febbre post parto
La febbre puerperale è il fastidio più grave, un sintomo da non trascurare. Avere la febbre durante il puerperio può essere la spia di un’infezione in corso da non sottovalutare e da approfondire con un controllo medico. In questo caso non è necessario interrompere l’allattamento: si può tranquillamente utilizzare un tiralatte perché non c’è alcun pericolo di contagio infettivo per il neonato.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *