foto_zucchero

Gravidanza, poco zucchero protegge il cervello dei bambini: lo studio

Gravidanza, ecco perché è importante assumere poco zucchero

La gravidanza è uno dei periodi più importanti e delicati di una donna: ecco perché è importante che durante i lunghi nove mesi di gestazione la futura mamma sia attenta anche all’alimentazione. Tanta frutta e verdura, molta acqua, niente cibi crudi ed insaccati ma anche poco zucchero: una ricerca americana, infatti, ha rivelato come poco saccaride sia in grado di salvaguardare il cervello del nascituro.

Lo studio

Lo studio in questione è stato guidato da Juliana F.W. Cohen del Merrimack College e della Harvard T.H. Chan School of Public Health, ed è stato poi pubblicato sulla rivista American Journal of Preventive Medicine. Secondo la ricerca, uno dei segreti per proteggere la memoria e la capacità di apprendimento dei nascituri è quella di assumere in gravidanza pochissimi zuccheri, soprattutto quelli derivanti da bevande gassate.

foto_zucchero bianco

Come è stato condotto lo studio

L’indagine è stata possibile dopo aver esaminato i dati di oltre 1.000 donne rimaste incinta dal 1999 al 2002 che hanno partecipato a un progetto chiamato Viva: in particolare, sono state valutate le abitudini alimentari dei rispettivi figli nei primissimi mesi di vita, mentre le funzioni celebrali degli stessi sono state analizzate dai 3 ai 7 anni.

Cosa è emerso dai risultati

Dai risultati dei test condotti dai bambini in questione, è emerso che chi aveva più problemi di apprendimento e minori capacità cognitive era il figlio di chi, durante la gravidanza, aveva assunto più dosi di zuccheri e saccaridi contenuti nelle bevande gassate e dolcificate.

foto_zucchero

I problemi più seri che presentavano gli infanti riguardavano le abilità non verbali, la risoluzione di problemi ed una scarsa memoria verbale. É emerso, al contrario, che le gestanti che durante i nove mesi di gravidanza avevano assunto tanta frutta e verdura, avevano figli più svegli e con un miglior vocabolario, con maggiori capacità di pronunciare parole e di scriverle.

La raccomandazione degli esperti

Gli esperti hanno poi raccomandato di limitare il consumo di zucchero che, soprattutto tra gli americani, è superiore ai limiti raccomandati. Lo scopo di questo studio era appunto quello di esaminare le associazioni in gravidanza tra assunzione di zuccheri della futura mamma (saccarosio e fruttosio) e capacità cognitive del bambino.

foto_acqua_bere

Conclusioni

Il consumo di zucchero durante la gravidanza e l’infanzia dunque può avere un impatto negativo sulla capacità di apprendimento e di comprensione del bambino, mentre il consumo di frutta in età infantile può portare a miglioramenti. I risultati non hanno fatto altro che ribadire quanto sia importante mantenere uno stile di vita ed un’alimentazione sana e corretta durante la gestazione.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *