gravidanza

Gravidanza, i feti nella pancia non sentono: la conferma

Inutile parlare ai bambini nella pancia: il motivo

Spesso durante la gravidanza molti futuri genitori amano parlare e sussurrare dolci parole al bebè che verrà dato alla luce: in realtà, tutto ciò è pressoché inutile. A confermarlo è uno studio spagnolo il quale ha sottolineato come i nascituri, nel grembo materno, sono in grado di percepire la musica, ma solo ad una condizione: ecco quale.

Lo studio spagnolo

Lo studio è stato condotto da Marisa Lopez-Teijon e dalla sua equipe dell’Institut Marquès ed è stato presentato presso l’Istituto Karolinska e l’Università di Stoccolma. La ricerca ha ribadito che i feti nel grembo della madre sono in grado di percepire solo alcuni tipi di suoni, come la musica. Bel l’87% dei nascituri, infatti, ha risposto positivamente agli stimoli sonori ascoltati in modo piuttosto particolare.

infiammazione gravidanza

I feti non percepiscono suoni tramite cuffie

Per giungere a tali risultati i ricercatori hanno tenuto in considerazione alcune donne in gravidanza tra la 14esima e la 39esima settimana di gestazione, ed hanno monitorato con delle ecografie la reazione del feto nell’ascoltare della musica classica ad un volume medio di 98,6 decibel (quasi il doppio del livello di una normale conversazione) con delle cuffie sull’addome. In questo caso, le espressioni facciali del bebè in grembo sono rimaste pressoché invariate, dunque la percezione del suono è stata nulla.

morbillo in gravidanza

Il feto percepisce solo in un modo il suono

Diversa, invece, la reazione dei feti quando il suono è stato fatto passare per via intravaginale attraverso uno specifico dispositivo inventato dai ricercatori, il Babypod. Con questo termine si intende un apparecchio elettronico – approvato dall’Agenzia del Farmaco americana – che è in grado di riprodurre musica e suono della voce all’interno della vagina.

Il Babypod: cos’è e come funziona

Il Babypod, inoltre, può anche emettere onde sonore fino ad un massimo di 54 decibel, ovvero il livello di una normale conversazione. Ebbene, in questo caso l’87 per cento dei feti ha reagito con movimenti della testa e degli arti, ma anche della bocca e della lingua. Ciò ha dimostrato come i nascituri siano stimolati solo da musica e suoni trasmessi via vaginale, e non per rumori provenienti dall’esterno.

Fare l'amore in gravidanza 5 benefici sul parto

Parla l’esperto

Grazie all’invenzione di un dispositivo vaginale abbiamo dimostrato che i feti possono sentire dalla sedicesima settimana, quando misurano 11 centimetri, ma solo se il suono proviene direttamente dalla vagina

ha spiegato Lopez-Teijon, uno degli autori dello studio.

Riescono a malapena a udire il rumore che proviene dall’esterno. Quindi, possiamo dire che il mito di parlare alla pancia delle donne incinte è ormai storia passata

ha concluso.

Smentiti dunque tutti i falsi miti che ritengono importante e fondamentale parlare ai bambini in gravidanza: la verità è che i feti, ancora nel pancione, non sentono nulla di quello che gli viene detto.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *