foto_asma_bambini

I bimbi maschi che soffrono d’asma sono predisposti alle fratture ossee

Asma: i bambini maschi che ne soffrono corrono un rischio in più

L’asma è una patologia che, in alcuni casi, può causare difficoltà respiratorie anche gravi. Nel mondo, secondo i dati degli esperti, circa un bambino su sette soffre di questa sindrome, che solitamente viene controllata e tenuta a bada con dei farmaci. Ora c’è un nuovo motivo di preoccupazione per chi soffre di difficoltà nella respirazione: una importante ricerca ha evidenziato il legame esistente tra asma e fratture ossee.

Esiste un legame tra asma e fratture ossee: lo studio

Secondo uno studio a cura dell’Università di Melbourne – pubblicato Journal of Paediatrics and Child Health – i ragazzi maschi che soffrono d’asma, indipendentemente dall’età, hanno un rischio maggiore di fratture ossee.

foto_asma

Come è stato svolto lo studio

Lo studio è stato condotto dopo aver esaminato i dati raccolti da 91 scuole elementari nella regione australiana del Victoria sud-occidentale: in particolare, sono stati oggetto d’analisi quasi diciassette mila bambini di età compresa tra i 3 ed i 14 anni. Ne è emerso che 823 bambini presentavano 961 fratture in totale: proprio questo gruppo di bimbi, era quello che aveva presentato, in passato, da uno a tre episodi recenti di respiro sibilante. In generale, chi soffre d’asma corre il 30% in più di rischio di fratturarsi rispetto a chi, invece, non ha mai sofferto di questa patologia. Come è possibile?

Le cause

La possibile causa di questo legame tra asma e fratture ossee nei bambini e nei ragazzi maschi è rintracciabile nell’uso di farmaci steroidei usati di norma per sconfiggere l’asma in età infantile. La stessa associazione, però, non è stata riscontrata nelle bambine, sebbene le ragazze con asma, in età adolescenziale, presentassero anch’esse un’alta probabilità di frattura.

La ricercatrice Sharon Brennan-Olsen dell’Università di Melbourne ha affermato che i risultati suddetti evidenziano la necessità di un’educazione sulla salute delle ossa per i bambini.

Dato il numero di bambini con asma, abbiamo davvero bisogno di promuovere la salute delle ossa per loro. Quello che facciamo nella prima infanzia determina cosa potrebbe accadere in età avanzata e se questi bambini sviluppano problemi muscoloscheletrici

ha detto l’esperta.

foto_bimbo_asma

Perché solo i maschi?

Gli autori, inoltre, hanno scoperto che le bambine presentano meno fratture ossee rispetto ai maschi in quanto hanno dei corpi che maturano più velocemente e differenti stili di vita, dovuti alla pratica di attività sportive e al fatto di essere più consapevoli dei rischi fisici che si corrono in certe età.

Le ossa dei ragazzi sono meno sviluppate delle ragazze, che hanno il maggior accumulo di massa ossea quando hanno 11-15 anni, mentre per i maschi la massa ossea viene accumulata in un secondo momento (14-15 anni)

ha terminato infine la dottoressa.

Come combattere l’asma

Ci sono dei metodi per combattere l’asma? Sì. Oltre a rimedi terapeutici, degli studi hanno evidenziato dettagli che, nel bambino, possono prevenire il rischio di ammalarsi. Ad esempio, basterebbe che gli infanti camminassero a gattoni: in questo modo si contribuisce a prevenire l’asma in quanto il piccolo, gattonando, entra più in diretto contatto con sporco, cellule epiteliali, batteri, e polvere.

Un’altra ricerca, infine, ha sottolineato come il freddo e le gelide temperature possano peggiorare gli attacchi d’asma, soprattutto per i bambini. Ecco perché esiste un altro rimedio “fai da te” per prevenire difficoltà nella respirazione, consistente nell’indossare una sciarpa che copra ai piccoli la bocca e il naso.

Studentessa di Lettere a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *