bambini dal pediatra

Mamma insulta pediatra su Facebook: il medico reagisce così

Può essere senza alcun dubbio considerata una ripicca quella di una pediatra di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso. La dottoressa ha apprezzato davvero poco il fatto che la mamma di un suo piccolo paziente su Facebook abbia pubblicato un post inerente al suo lavoro. La donna, in un gruppo chiuso sui social network riguardante il suo paese, ha pubblicato un post nel quale critica la pediatra di suo figlio. La mamma ha accusato la dottoressa di scarsa presenza, in quanto la donna in tre settimane non è riuscita a parlare neppure una volta con il medico. La donna in questo lasso di tempo è riuscita a parlare solamente con due sostituiti e una segretaria, essendo la pediatra sempre assente. Le cose però hanno preso una piega inaspettata…

Pediatra e mamma: dal post all’eliminazione del paziente

La mamma ha pubblicato il post accusatorio in un gruppo Facebook nel quale però era presente anche la pediatra in questione, che ha quindi letto tutte le lamentele della donna. La dottoressa ha così deciso di eliminare il figlio della donna dalla lista dei pazienti.

“Venti giorni fa ho espresso un’opinione (su Facebook): ho detto che non sono riuscita a parlare direttamente con il medico, in tre settimane ho parlato con due sostituti e una segretaria” ha raccontato la mamma a “Il Gazzettino”.

Dopo questo lasso di tempo, alla donna è arrivata una lettera a casa nella quale veniva spiegato che la pediatra aveva eliminato il figlio dalla lista dei pazienti. Nella missiva si invitava la donna a cercare un nuovo pediatra.

La donna ha chiamato la Usl per chiedere spiegazioni e un responsabile le ha riferito che la dottoressa ha scelto di non seguirla più a causa del suo post su Facebook.

Il direttore generale dell’Usl ha riferito che la scelta è stata presa in quanto il medico e il paziente dovrebbero avere un rapporto fiduciario: quando questo viene a mancare automaticamente il rapporto si modifica e non ha più senso continuare la collaborazione.


Leggi anche: In ritardo all’appuntamento, la pediatra non la visita e bambina muore a 5 anni


Secondo il direttore, la dottoressa si è sentita offesa e ha scelto quindi di non continuare a curare il bambino. Intanto sul gruppo in questione molte mamme hanno difeso la pediatra, che a detta di molte donne è competente e disponibile.

La mamma è stata anche accusata di condotta diffamatoria. La polemica ha raggiunto dimensioni davvero esagerare, tanto da costringere gli amministratori del gruppo a cancellare i post sulla questione.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *