Maria Montessori

Frasi Montessori: le più belle

Maria Montessori: frasi

Maria Montessori è stata una delle donne più importanti del secolo scorso. Le innovazioni che ha introdotto nel campo dell’educazione sono di grande risalto. Il metodo Montessori è ancora oggi utilizzato in più di 60.000 scuole in tutto il mondo. Molti genitori seguono anche a casa i suoi consigli educativi.
Le parole di questa donna hanno cambiato il modo di rapportarsi ai bambini per sempre. Perciò abbiamo raccolto per voi le più belle frasi di Maria Montessori.

  • Frasi sui genitori: imparare dai bambini

L’adulto deve farsi umile e imparare dal bambino a essere grande.


E’ necessario che l’individuo adulto cerchi di acquistare una intelligenza delle necessità infantili e sappia frenare il proprio orgoglio di plasmatore.


Il bambino è sensibile a un punto estremo, impressionabile in modo tale che l’adulto dovrebbe sorvegliare tutti gli atti e le parole, perché esse gli rimangono scolpite nella mente.


Spesso, tra bambini e genitori, si invertono le parti. I bambini, che sono degli osservatori finissimi, hanno pietà dei loro genitori e li assecondano per procurare loro una gioia.


Secondo la Montessori, educare un bambino significa accompagnarlo, senza interferenze, nella sua crescita personale autonoma. L’adulto sarà una guida, mai invadente o impositiva. Il bambino ha un mondo dentro di sé, che, mediante l’educazione, deve venir fuori a illuminare ogni cosa. Perciò, se c’è qualcuno che impara davvero educando un bambino, quelli sono i genitori.

  • Frasi sui bambini: la libertà

Aiutiamoli a fare da soli.


Quando perciò parliamo di “libertà” del piccolo bambino non intendiamo di considerare le azioni esterne disordinate che i bambini abbandonati a sé stessi compirebbero come sfogo di un’attività senza scopo, ma diamo la parola in senso profondo di liberazione della sua vita da ostacoli che ne impediscono il normale sviluppo.


Il più grande segno di successo per un insegnante… è poter dire: i bambini stanno lavorando come se io non esistessi.


Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter avere successo.


La prima regola per ogni buon educatore è lasciare libero il bambino di scegliere e di agire all’interno del suo ambiente. Le imposizioni e le norme troppo rigide non portano a nulla di buono. Per ottenere davvero dei risultati eccellenti, i bambini devono essere istruiti affinché sappiano gestirsi in autonomia, senza dipendere troppo dagli adulti. Genitori e insegnanti possono sentirsi davvero soddisfatti, solo quando riescono ad arrivare a questo punto.

  • Frasi sull’educazione: mai fermarsi

L’educazione comincia dalla nascita


Non possiamo creare osservatori dicendo ai bambini: “Osservate!”, ma dando loro il potere e i mezzi per tale osservazione, e questi mezzi vengono acquistati attraverso l’educazione dei sensi.


La figura del bambino si presenta possente e misteriosa, e noi dobbiamo meditare su di essa perché il bambino, che chiude in sé il segreto della nostra natura, divenga il nostro maestro.


È necessario che l’insegnante guidi il bambino, senza lasciargli sentire troppo la sua presenza, così che possa sempre essere pronto a fornire l’aiuto desiderato, ma senza mai essere l’ostacolo tra il bambino e la sua esperienza.


La pedagogia della Montessori ci insegna che l’educazione è un processo continuo. Il percorso educativo comincia fin dal momento in cui viene al mondo e non si arresta. La crescita è fortemente influenzata da ciò che apprendiamo durante ogni fase della nostra vita, dall’infanzia fino all’età adulta. C’è sempre qualcosa da imparare!

Maria Montessori bambini

  • Frasi Maria Montessori: l’ambiente

Per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente.


Favorire il silenzio non significa tuttavia imporlo, zittendo il bambino, ma piuttosto creare le condizioni affinché esso si manifesti spontaneamente: offrendo al bambino un ambiente non rumoroso, non interrompendolo verbalmente quando svolge con interesse un’attività, permettendogli di osservare un insetto che cattura la sua attenzione o un sassolino raccolto per terra, senza voler essere sempre interpreti con le nostre parole dei suoi pensieri.


Nel nostro tempo e nell’ambiente civile della nostra società, i bambini vivono molto lontani dalla natura ed hanno poche occasioni di entrare in intimo contatto con essa o di averne diretta esperienza.


L’ambiente deve essere ricco di motivi di interesse che si prestano ad attività e invitano il bambino a condurre le proprie esperienze.


Il contesto in cui il bambino vive è fondamentale per il suo sviluppo psico-fisico. È necessario curare nei dettagli l’ambiente dove il bambino si muove e agisce. La Montessori offre moltissimi spunti nei suoi libri, descrivendo con perizia qual è il tipo di spazio che più si addice ai bambini. L’ambiente deve essere a misura di bambino, privo di pericoli, ma soprattutto pulito, ordinato e armonioso.

Montessori

  • Frasi sulla scuola: preparazione all’età adulta

La scuola è quell’esilio in cui l’adulto tiene il bambino fin quando è capace di vivere nel mondo degli adulti senza dar fastidio.


La società dovrebbe prodigare ai bambini le cure più perfette e più sagge, per ricavarne maggior energia e maggiori possibilità per l’umanità futura.


Insegnare i dettagli significa portare confusione. Stabilire i rapporti tra le cose significa dare conoscenza.


Maria Montessori si è sempre battuta tenacemente contro l’istituzione scolastica tradizionale, ritenuta troppo rigida e piena di imposizioni. L’ambiente scolastico, secondo le teorie pedagogiche della Montessori, deve essere di tutt’altra natura. Bisogna ascoltare la voce dei bambini ed educarli secondo le loro inclinazioni personali. La scuola Montessori è proprio basata su questo principio, ossia quello di trasformare l’apprendimento da imposizione a processo naturale.

  • Frasi della Montessori: l’infanzia

Il periodo infantile è un periodo di creazione; nulla esiste all’inizio ed ecco che circa un anno dopo la nascita il bambino conosce ogni cosa. […] Nel caso dell’essere umano non si tratta dunque di sviluppo, ma di creazione, la quale parte da zero. Il meraviglioso passo compiuto dal bambino è quello che lo conduce dal nulla a qualche cosa, ed è difficile per la nostra mente afferrare questa meraviglia.


I mali della prima infanzia li portiamo con noi per tutto il resto della vita.


L’adulto deve rinunciare anzitutto ad essere verbalmente e praticamente il despota cui il bambino deve obbedienza con la pretesa che la mente infantile si formi secondo un piano stabilito a priori.


Il bambino è un corpo che cresce e un’anima che si svolge.


La cautela nell’educazione di un bambino non è mai troppa. Bisogna fare molta attenzione, perché le esperienze vissute da bambini influenzano la nostra vita per sempre. L’infanzia è un periodo estremamente delicato, è come tale va trattato. Gli adulti che siamo oggi non sono altro che il frutto dei bambini che siamo stati.

  • Frasi pedagogiche: la concentrazione

Il lavoro manuale con un fine pratico aiuta ad acquisire una disciplina interiore.


La prima premessa per lo sviluppo del bambino è la concentrazione. Il bambino che si concentra è immensamente felice.


Secondo il metodo Montessori, il primo insegnamento da trasmettere a un bambino è imparare a concentrarsi. Essere concentrato, infatti, è la chiave per riuscire a fare ogni cosa e provare a ottenere degli ottimi risultati. Se un bambino possiede la concentrazione è già a buon punto nella sua crescita.

scuola Montessori

  • Aforismi Montessori: sperare nei bambini

La prima idea che il bambino deve apprendere, per poter essere attivamente disciplinato, è quella della differenza tra bene e male; e il compito dell’educatore sta nell’accertarsi che il bambino non confonda il bene con l’immobilità e il male con l’attività.


Molto si è parlato in questi ultimi tempi dei diritti dell’uomo, e specialmente dei diritti del lavoratore, ma è giunto il momento di parlare dei diritti sociali del bambino.


Il bambino è una sorgente d’amore; quando lo si tocca, si tocca l’amore.


Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo.


Educare un bambino non è solamente un servizio che offriamo a loro, ma è anche e soprattutto qualcosa che facciamo per noi stessi e per il mondo che abitiamo. I bambini sono da sempre speranza di miglioramento e progresso per l’umanità. Con la loro innocenza e spensieratezza, portano una ventata di aria fresca e fanno ben sperare per il futuro.

  • Frasi Montessori sui bambini: la pace

Noi dobbiamo ai bambini una riparazione più che una lezione. Dobbiamo guarire le ferite inconsce, le malattie spirituali, che già si trovano in questi piccoli graziosi figli dei prigionieri dell’ambiente artefatto.


Io prego i cari bambini, che possono tutto, di unirsi a me per la costruzione della pace negli uomini e nel mondo.


Rendiamoci conto che il bambino è un operaio e che il fine del suo lavoro è di produrre l’uomo


I bambini sono esseri umani ai quali si deve rispetto, superiori a noi a motivo della loro innocenza e delle maggiori possibilità del loro futuro.


Gli unici ad avere realmente la possibilità di cambiare le sorti del mondo sono i bambini. Nessuno più di un bambino può essere un costruttore di pace. Quello che la Montessori osserva è un mondo lacerato da ogni parte, che ha bisogno di essere ricostruito da capo. Lei, da pedagogista qual era, affida quest’opera di risanamento proprio ai bambini.

  • Frasi di Maria Montessori: la felicità

Per insegnare bisogna emozionare. Molti però pensano ancora che se ti diverti non impari.


Il gioco è il lavoro del bambino.


Chi tenta di correggere il bambino con la forza e con il peso della propria autorità si accorgerà ben presto di aver fallito nel suo intento. Il bambino risponderà in modo forte, esplicito perfino violento.


Una prova della correttezza del nostro agire educativo è la felicità del bambino.


A questo punto, una domanda è fondamentale: come capire se stiamo facendo un buon lavoro con un bambino? L’unico metro che abbiamo per renderci conto di essere degli educatori efficienti è osservare quanto è felice il bambino. D’altronde, lo scopo primario dell’educazione, secondo Maria Montessori, non è fare in modo che i bambini siano sapienti, ma agire affinché guadagnino la felicità.

Leggi anche: Frasi per nipoti: trova quale dedicare ai tuoi nipotini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *