Omicidio Loris: tolta la patria potestà a Veronica Panarello sul secondo figlio

Si torna a parlare dell’omicidio del piccolo Loris Stival ucciso dalla madre Veronica Panarello, la quale è stata condannata a 30 anni di reclusione. La donna non solo ha ucciso il figlio, ma ha anche occultato il cadavere e per questo motivo è stata condannata ad una pena così importante. Veronica Panarello però ha anche un altro figlio più piccolo di Loris, il quale è stato affidato dal tribunale di Ragusa al padre. Adesso, il tribunale per i minorenni di Catania ha deciso per la limitazione della potestà genitoriale di Veronica Panarello.

Sostanzialmente, la donna ha perso la potestà genitoriale nei confronti del figlio minore e ciò significa che non potrà nemmeno più essere informata riguardo l’evoluzione della crescita del figlio.

Quest’ultimo, a partire dalla giornata di oggi sarà sotto la responsabilità esclusiva del padre ovvero Davide Stival che pare abbia già chiesto il divorzio dalla moglie. Questa decisione sembra sia arrivata non soltanto per il fatto che la donna si trovi in carcere, ma anche per il rapporto conflittuale con il marito.

È inoltre emerso che il tribunale abbia rigettato le richieste di Veronica Panarello circa la possibilità di poter essere informata seppur periodicamente sulla crescita e sull’evoluzione del figlio. Ma come già detto, questa richiesta è stata respinta.

Omicidio Loris Stival, tolta la patria potestà a Veronica Panarello sul secondo figlio

La sorella di Veronica a Pomeriggio 5 “Hanno fatto bene”

Nel corso dell’ultima puntata di Pomeriggio 5, la trasmissione condotta da Barbara D’Urso e in onda ogni pomeriggio su Canale 5, ha parlato la sorella di Veronica, Antonella. La donna ha fatto sapere di essere contenta della decisione dei Giudici.

“Il giudice ha fatto bene a decidere così. Dopo tutto ciò che ha fatto mia sorella tre anni fa cosa si aspettava, un “brava”? Il giudice è stato giusto. Ti dico che non ho contatti con nessuno nemmeno più con il padre dei miei nipoti. Il più piccolino ora ha sei anni e probabilmente non si ricorda più di sua mamma”, ha dichiarato Antonella Panarello a Barbara D’Urso.


Leggi anche: Omicidio Loris di 3 anni fa, la madre Veronica Panarello scrive una lettera al figlio


Intanto l’avvocato di Veronica ha fatto sapere che la sua assistita è davvero distrutta per la decisione dei giudici. Attraverso il suo legale la Panarello ha rivelato che suo figlio ha il diritto di sapere che sua madre ha lottato per poterlo anche solo incontrare.

“Mio figlio deve sapere che la mamma ha fatto di tutto per poterlo incontrare”, è questo l’urlo di Veronica Panarello dal carcere.

Ho studiato Servizio Sociale, ma da oltre 5 anni lavoro nella realizzazione di contenuti per il web. Ho 33 anni e sono appassionata da sempre di scrittura, mi sono affiancata a questo lavoro perché mi permette di apprendere e condividere con gli altri importanti notizie e contenuti. Sposata da due anni, adesso il mio sogno è quello di diventare mamma. Amo i bambini e questo mi ha spinto a scrivere per Passione mamma, dove non soltanto posso condividere le mie conoscenze ed esperienze, ma posso anche apprendere tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *