bonus mamma domani

Bonus mamma domani alle straniere: la circolare ufficiale Inps

Bonus mamma domani anche alle donne straniere: la decisione dell’Inps

Anche le donne straniere potranno richiedere il bonus mamma domani. A stabilirlo era stato qualche mese fa il Tribunale di Milano, che aveva dato ragione a una donna che chiedeva di poter usufruire del prezioso sussidio di 800 euro alla nascita o all’adozione del figlio. In seguito alla sentenza, l’Inps ha deciso di allargare la platea pure alle mamme straniere. Ad annunciarlo è stato lo stesso Istituto di Previdenza che, con una circolare, ha dato la notizia che tante donne non italiane attendevano da tempo.

Inizialmente l’Inps aveva escluso le donne con un permesso di soggiorno di breve durata dalla misura. In seguito alle tante proteste e alle donne che hanno portato il caso in Tribunale, come appunto è accaduto a Milano, l’Inps ha cambiato idea e ha deciso di includere nell’erogazione degli 800 euro anche le neo-mamme straniere con un permesso di soggiorno di breve durata.

Anche le domande che fino a questo momento sono state respinte saranno riesaminate. Le donne che hanno già fatto richiesta però dovranno ripresentare la domanda all’Ufficio Territoriale dell’Inps. Se escluse in precedenza, le mamme potranno quindi essere riprese in considerazione.

Bonus mamma alle donne con permesso di soggiorno breve… Ma non è detta l’ultima parola

“L’Inps valuterà la sussistenza dei requisiti sia con riferimento alla regolare presenza in Italia sia con riferimento agli altri requisiti giuridico-fattuali richiesti dalla legge” ha scritto nella nota l’Istituto.

“I premi verranno corrisposti con riserva di ripetizione se, all’esito del giudizio di impugnazione del citato provvedimento giudiziale da parte dell’Istituto, emergerà un diverso orientamento giurisprudenziale” ha continuato l’Inps.

Questo vuol dire che i soldi potranno essere richiesti e se la donna è in possesso dei giusti requisiti verrà erogato. Siccome però l’Inps ha fatto ricorso contro la sentenza del Tribunale, nel caso in cui venisse data ragione all’Istituto, i soldi potranno essere richiesti indietro.


Leggi anche: Bonus Mamma di 800 euro, come fare subito richiesta se il parto è già avvenuto


L’appello è previsto per il 22 marzo e difficilmente le donne che richiederanno il bonus lo riceveranno entro quella data. Nel caso in cui il Tribunale desse ragione all’Inps quindi, molto difficilmente le donne dovranno restituire i soldi perché entro quella data sicuramente non li avranno ancora ricevuti.

Secondo il presidente dell’Inps Tito Boeri, l’estensione del bonus mamma domani alle donne con permesso di soggiorno breve verrà a costare circa 18 milioni in più oltre quelli già previsti. Le nascite da donne straniere, come riporta la “Repubblica”, sono circa 24.000, il 5% delle nascite totali in Italia.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *