foto_risparmio_soldi

Bonus bebé, bonus mamma domani, bonus nido sospesi: l’Inps annuncia il ritardo dei pagamenti

Le 80 euro del bonus bebè non sono arrivate nell’ultimo mese? Avete partorito e il bonus mamma domani di 800 euro non è ancora stato accreditato sul conto corrente? E che fine ha fatto il bonus nido per i bambini che frequentano una struttura privata e pubblica? Ebbene, i pagamenti sono in ritardo! Questa volta non è la classica diceria bensì una news ufficiale, apparsa negli ultimi giorni sulla pagina Facebook dell’Inps per le famiglie. Quando arriveranno i soldi e quanto toccherà attendere per avere tra le mani il proprio contributo?

A causa dei tempi di acquisizione dell’Isee 2018 i pagamenti del bonus bebè e delle altre agevolazioni per le famiglie italiane sono slittati. Il ritardo è dunque dovuto ad un problema puramente tecnico: i vari moduli Isee devono essere acquisiti nella banca dati dell’Istituto di Previdenza.

L’Inps ci ha però tenuto a precisare che nessuna mensilità verrà persa ma che al momento è semplicemente sospesa. Quindi se per i prossimi tre o quattro mesi non riceverete l’assegno, questo non è stato perso ma semplicemente rimandato appena la parte burocratica delle domande andrà a buon fine.

L’annuncio ufficiale dell’Inps su Facebook a proposito dei ritardi delle ultime settimane:

“Vi ricordiamo che, a causa dei tempi di acquisizione degli #ISEE2018 in banca dati, i pagamenti delle #prestazioni (bonus bebè, ecc) potrebbero avvenire in ritardo. In ogni caso nessuna mensilità verrà persa ma solo momentaneamente sospesa. Continuate a monitorare lo stato dei pagamenti accedendo ai #servizionline con il vostro #pin dispositivo”.

Quindi, con ogni probabilità, la rata mensile di febbraio, cosi come quella dei mesi di marzo e aprile, potrebbe subire dei ritardi. Non sono state eliminate ma semplicemente sospese.

Per sapere di più sul proprio stato, il consiglio è di accedere al servizio online sul sito Inps e verificarlo in prima persona.

Anche se ci sono dei ritardi in corso, si possono fare senza problemi nuove domande. Le richieste per il bonus bebè, il bonus nido e il bonus mamma domani sono infatti sempre aperte.

bonus mamma domani

Che cos’è il bonus bebé

Il bonus bebè è un’agevolazione per le famiglie che hanno un figlio neonato. Possono fare richiesta i genitori che hanno avuto un bambino nel 2018: la domanda va fatta entro 90 giorni dal parto.

L’agevolazione dura solo un anno e consiste in 80 euro (o 160 nel caso delle famiglie più bisognose) al mese. Per poter richiedere tale bonus non bisogna avere un’Isee superiore a 25 mila euro.

Chi ha invece partorito un bambino nel 2016 e nel 2017 ha un bonus bebè più lungo, che dura fino a tre anni. Di anno in anno bisogna però rinnovare l’Isee, pena la perdita dell’agevolazione.

Che cos’è il bonus mamma domani

Il bonus mamma domani è un contributo economico introdotto per incentivare le nascite in Italia. Consiste in un assegno di 800 euro da dare a tutte le mamme che partoriscono. Non ci sono limiti Isee e la richiesta si fa nel settimo mese di gravidanza.

Che cos’è il bonus nido

Il bonus nido è stato creato per aiutare le famiglie che hanno bambini al nido o asilo nido. L’importo è di mille euro, suddiviso in undici mensilità. Non ci sono limiti di reddito Isee: tutte le famiglie possono fare richiesta. Il bonus nido spetta a tutti i bambini nati nel 2016, 2017 e 2019 che frequentano un nido pubblico o privato.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *