foto_gravidanza_soldi

Bonus bebè 2018: requisiti, come fare domanda, durata e importo

Bonus bebè

Anche per il 2018 il Bonus Bebè è stato confermato. Rispetto agli anni passati c’è però una grossa novità: il contributo durerà un solo anno e non più tre come per i bambini nati nel 2015-2016-2017. Dal 21 febbraio 2018 tutte le mamme che hanno avuto un bambino nel 2018 possono richiedere il contributo di 80 euro al mese (o 160 euro nel caso delle famiglie più bisognose). Quali requisiti bisogna avere oltre alla data di nascita del bambino? Dove si fa la domanda e come viene elargito l’assegno mensile?

Bonus 80 euro a chi spetta

Il Bonus Bebè – detto pure assegno di natalità – è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra 1 il gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 con un ISEE non superiore a 25.000 euro. L’assegno viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo.

Inps Bonus Bebè

La domanda del Bonus nascita va fatta entro 90 giorni dal parto (o dal giorno dell’ingresso del bambino adottato in famiglia). La richiesta può essere fatta anche dopo i fatidici 90 giorni, ma in quel caso si perderanno le prime mensilità dell’agevolazione. Infatti se il bonus figlio è richiesto in tempo l’agevolazione parte dal mese in cui è nato il bambino.

bonus primo figlio

Importo Bonus Bebè

Chi ha un reddito Isee compreso tra i 7 mila e i 25 mila euro può richiedere il Bonus Bebè: il contributo è in questo caso di 960 euro all’anno, ovvero 80 euro al mese.

Chi ha invece un reddito inferiore ai 7 mila euro può beneficiare di un’agevolazione più alta: 1920 euro in un anno, ovvero 160 euro al mese.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’INPS direttamente al richiedente tramite bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN intestati al richiedente.

Il pagamento dell’assegno è effettuato a partire dal mese successivo a quello di presentazione della domanda. Se la domanda è stata presentata nei termini di legge (entro i 90 giorni), il primo pagamento comprende l’importo delle mensilità maturate fino a quel momento.

Bonus Bebè requisiti

Oltre all’Isee, chi vuole fare la domanda Bonus Bebè deve avere altri importanti requisiti. Bisogna avere la cittadinanza italiana, di uno Stato dell’Unione europea o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione europea (italiano o comunitario). Possono fare richiesta sia i genitori sposati sia quelli conviventi.

foto_soldi

Bonus Bebè come si fa la domanda

La domanda per il Bonus Bebè si fa tramite l’Inps, che da sempre gestisce le varie richieste. Si fa richiesta tramite la piattaforma digitale dell’Istituto di Previdenza, presentando modello Isee e DSU.

Link al sistema per poter accedere al modulo Bonus Bebè: https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=51611&lang=IT

Per altre informazioni si può contattare il call center dell’Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.

Al servizio delle famiglie pure enti di patronato e intermediari dell’Istituto che offrono consulenza per l’invio della domanda.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *