foto_carnevale

Storia del Carnevale da raccontare ai bambini

Storia del Carnevale

Tutte le curiosità sull’ origine del Carnevale, la festa più divertente e amata dai bambini, che tra uno “scherzo” e una “maschera colorata” vivono in modo spensierato la loro età speciale!

Carnevale

La storia del Carnevale ha origini antiche, risalenti al periodo greco-romano: a quei tempi si celebravano feste pagane in onore del Dio Saturno, per assicurarsi un raccolto fiorente. Durante queste celebrazioni il popolo dava spazio al divertimento sfrenato e s’invertivano i ruoli tra plebei e nobili tramite l’impiego di maschere.

Le origini del Carnevale sono tuttavia incerte: si narra che fin dal Medioevo esisteva una festa chiamata “fasnachat”, festa di pazzia, che può essere ricondotta al Carnevale. In queste ricorrenze si usavano delle maschere per allontanare gli spiriti maligni.

Quando il cristianesimo fu dichiarato religione ufficiale, il Carnevale fu bandito perché considerato una festa pagana. Tuttavia non scomparve del tutto, rimasero tracce dei riti di travestimento e di magia con lo scopo di divertire la gente.

C’era l’usanza, arrivata anche ai giorni nostri in alcune zone rurali, di celebrare l’anno con la “morte simbolica” di un pupazzo che rappresentava il capro espiatorio dei mali dell’anno passato e un buon augurio per il nuovo.

Con il Rinascimento i festeggiamenti in occasione del Carnevale furono introdotti anche nelle corti europee ed assunsero forme più raffinate, legate al teatro, alla danza e alla musica. Il Carnevale era rappresentato da attori in maschera che si esibivano nelle corti dei nobili. Le maschere rappresentavano i vizi e le virtù degli uomini dell’epoca.

Il Carnevale è infine una festa legata alla religione cattolica. Essendo collegato all’inizio della Quaresima e quindi alla data della Pasqua, la data precisa del Carnevale nel calendario cambia di anno in anno!

Il Carnevale è il periodo che va tra l’Epifania e le Ceneri. Si conclude invece con il martedì grasso, che precede il mercoledì delle ceneri, primo giorno di Quaresima.

storia carnevale

Festa di Carnevale

Il Carnevale oggi è soprattutto un’occasione di divertimento per i bambini! Carnevale è considerata la festa più allegra dell’anno e sembra una ricorrenza istituita appositamente per i bambini, che amano travestirsi e mascherarsi in tutti i modi possibili! Per un giorno intero possono essere ciò che desiderano: cowboy, fatine e principesse, accanto a coccinelle, tigri e supereroi.

In tante città italiane vengono svolti festeggiamenti per Carnevale con sfilate di carri allegorici e feste in maschera: ricordiamo il Carnevale di Venezia, il Carnevale di Viareggio, di Putignano e il Carnevale di Cento. Nelle città italiane vengono costruiti dei carri di Carnevale che rallegrano le strade con i loro colori.

il Carnevale viene festeggiato in varie parti nel mondo: quello più famoso è il Carnevale di Rio de Janeiro, basato sulla musica e sulla danza, eseguita da gruppi in maschera; un altro Carnevale, quello di Nizza, è caratteristico anche per la celebre “battaglie di fiori” tra le sfilate di carri e di maschere nelle strade della città francese.

Giovedì grasso

Come si calcola il Carnevale? Il Carnevale è connesso alla Pasqua, che cade ogni anno la domenica dopo la prima luna piena di primavera. Da quella data si sottraggono sei settimane. La sesta settimana è quella dell’ inizio del Carnevale!

Sebbene sia il martedì prima dell’inizio della Quaresima la fine del periodo del carnevale, si festeggia in modo particolare anche il giovedì: ma cos’è questo giovedì grasso? Sembra che nell’antichità in questo giorno venissero consumati cibi in abbondanza, da qui dunque la definizione di giovedì grasso!


Leggi anche: 4 giochi divertenti da fare con i bambini a Carnevale


Carnevale significato

Qual è il significato del Carnevale? Deriva letteralmente da carne levare, che a sua volta significa togliere la carne, connesso al giorno precedente la Quaresima in cui termina il consumo della carne per quaranta giorni prima della Pasqua.

Sono una psicologa e psicoterapeuta. Ho sempre amato la scrittura e unirla alla passione per il mondo dell'infanzia mi affascina! Sono incuriosita dalla possibilità di diffondere informazioni alle neo mamme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *