tagliare unghie bambino

Perché è importante tagliare le unghie dei bimbi 2 volte a settimana

Quante volte bisogna tagliare le unghie ai bambini?

Le unghie dei bambini sono molto morbide, rispetto a quelle degli adulti, ma crescono velocemente e possono diventare taglienti. Questo è il principale motivo per il quale le unghie andrebbero tagliate spesso. Vediamo insieme in che modo e con quale frequenza.

Tagliare le unghie ai bambini

Tagliare le unghie ai bambini non risulta sempre un’impresa semplice, ma è necessaria. Le unghie crescono, possono essere taglienti ed il bambino può farsi del male graffiando se stesso e gli altri, senza volerlo. Quante volte le unghie dei bambini andrebbero tagliate?

La risposta è: due volte a settimana per le dita della mano; per i piedi, invece, anche due o tre volte al mese può andar bene. La cosa importante è tenerle sempre corte e sotto controllo per evitare soprattutto che il piccolo si graffi di notte, durante il sonno.

tagliare le unghie

In ogni caso se l’unghia supera il polpastrello allora quello è il momento giusto per tagliarla, assicurandosi di non lasciare spigoli e di darle una forma arrotondata.

Per fare questo in commercio ci sono delle forbicine dalla punta arrotondata e tagliaunghie adatti. Per accorciare le unghie, però ci può essere d’aiuto anche una semplice, ma altrettanto efficace, lima.

Quando tagliare le unghie ai neonati?

Abbiamo capito che la frequenza giusta per tagliare le unghie delle dita della mano è di circa due volte a settimana mentre per quelle dei piedi è sufficiente anche due volte al mese. Ma nei neonati quando si può iniziare a tagliarle?

Per i neonati è bene aspettare almeno la sesta settimana, se non l’ottava, prima di tagliare le unghie. Inoltre è bene utilizzare prodotti specifici per la cura delle mani, adatti per neonati e bambini piccoli.


Leggi anche: Perché ai neonati le unghie dei piedi crescono più lentamente


I bambini odiano tagliare le unghie: cosa fare?

Tagliare le unghie ad un bambino o ad un neonato non è semplice per l’adulto. Nel caso del neonato, si ha la paura di fargli del male e quindi spesso si preferiscono momenti in cui il bambino è distratto o dorme.

In altri casi, in attesa di prendere coraggio, si tampona coprendo le manine con le muffole. Ma prima o poi il momento di accorciare le unghie arriva per tutti…

set taglio

Con i bambini più cresciutelli, invece, si devono fare i conti con il “ditino che non sta mai fermo” e spesso capita che le forbici scivolino e che la punta del dito inizi a sanguinare. Insomma una vera e propria impresa! Dunque cosa fare?

Occorre far vivere questo momento nella maniera più serena e divertente possibile. Evitare di “aggredire” il bambino per il taglio e farlo rientrare come gesto di routine.

Piccolo consiglio: accorciate le unghie dopo il bagnetto. Questo perché risultano più morbide e quindi più facili da tagliare.

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *