foto_piedi_neonata

Lasciano figlia di 14 mesi sola in casa: la bimba viene sbranata dai cani randagi

Mai lasciare neonati e bambini piccoli da soli, per nessuna ragione al mondo. L’ultima storia di cronaca parla chiaro: l’ennesima bambina è morta per una disattenzione dei genitori. Mamma e papà hanno lasciato la figlia di 14 mesi da sola con il fratellino più grande – di appena 5 anni – per andare a lavoro. Una mancanza di attenzione, quella dei genitori, finita in tragedia: la neonata è riuscita ad uscire dalla propria casa e, una volta in strada, è stata sbranata da alcuni cani randagi.

Il fatto è avvenuto in India a Raipur. Riya Sahu – così si chiamava la bambina – si era messa a gattonare fuori le mura domestiche. È sfuggita al controllo del fratellino che, evidentemente ancora troppo piccolo, non ha saputo garantire alla sorellina minore la giusta protezione.

Una volta uscita fuori di casa, la neonata è stata attaccata brutalmente da alcuni cani randagi, più precisamente due, che non le hanno lasciato scampo. Alcuni vicini, complice le urla della bambina, sono corsi subito a controllare la situazione e sono riusciti a cacciare via gli animali inferociti.

Per la bambina, però, non c’è stato nulla da fare: nonostante sia stata subito trasportata in ospedale non ce l’ha fatta a sopravvivere. Alcune telecamere installate nella zona hanno ripreso la scena shock, che ha fatto in breve tempo il giro del web.

foto_piedini_neonato

Altri casi analoghi

Altri casi simili sono avvenuti in altre parti del mondo. È successo ad esempio ad Adelaide, in Australia, dove una mamma ha lasciato solo il bambino mentre faceva il bagnetto. Il motivo? Doveva andare a controllare la lavatrice nell’altra stanza: in pochi minuti il piccolo è morto annegato.


Leggi anche: Mai lasciare i bambini da soli a casa, per la legge italiana è reato


In Austria invece una bambina di 14 mesi è stata sbranata dal rottweiler di famiglia. Si trovava in braccio alla mamma nel cortile di casa quando il cane è saltato addosso alla neonata per ucciderla. Il cane è stato poi abbattuto.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *