foto_il_girello

Senza girello i bambini camminano prima

Girello bambini: si o no?

Il girello rallenta il normale sviluppo del bambino. È quanto emerso da uno studio condotto dagli esperti del Mater Hospital di Dublino, in Irlanda, è pubblicato sulla rivista scientifica British Medical Journal. Secondo gli scienziati i bebè vanno lasciati di muoversi in maniera libera e casuale, senza l’aiuto del girello, tra gli strumenti più usati dai genitori fino a qualche anno fa.

Stando all’analisi portata avanti dagli studiosi irlandesi, usare il girello non permette al bambino di allenare in modo sufficiente i muscoli e l’equilibrio. In particolare, ventiquattro ore trascorse sul girello fanno ritardare di tre giorni il momento in cui il bambino riuscirà a camminare da solo e di quasi quattro giorni il momento in cui saprà stare in piedi.

I dettagli dello studio

Gli esperti hanno analizzato ben 190 bambini in ottima salute: 83 maschi e 27 femmine. Tutti sono nati senza problemi dopo i consueti nove mesi di gravidanza. Durante la ricerca è stata seguita la crescita di ogni bambino, in particolare è stato esaminato il primo anno e mezzo di vita.

Fra i 190 bambini, ben 102 hanno usato il girello. Gli irlandesi hanno quindi scoperto che chi aveva usato il girello inizia a muoversi più tardi a carponi e di conseguenza a stare in piedi e a camminare da soli. Da qui l’esito finale: è altamente sconsigliato usare il girello.

foto_primi_passi

I pediatri sconsigliano il girello

L’ultima ricerca scientifica non fa che avvalorare il pensiero dei pediatri: i medici infatti sconsigliano da tempo l’uso del girello. Oltre a ritardare il normale sviluppo dei bambini induce i più piccoli a imparare a camminare in punta di piedi.

Infatti il girello obbliga i piedi a una posizione anomala, che spesso viene mantenuta in seguito. Inoltre, il suo utilizzo può ritardare lo strisciamento e il gattonamento, senza contare i potenziali pericoli dovuti all’urto con eventuali mobili e oggetti.


Leggi anche: Primi passi, come superare la paura di camminare dopo una caduta


Come insegnare al bambino a camminare

Come aiutare dunque i bambini a compiere i primi passi? Bisogna lasciare libero il bambino di farlo in modo spontaneo. Un valido aiuto possono essere i giocattoli adibiti a questo compito, come i carrettini primi passi.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *