maschere bambini

Carnevale bambini: perché è importante mascherarsi

Perchè per un bambino è importante mascherarsi a Carnevale

Il Carnevale è alle porte e, come ogni anno, si preparano tutti gli accessori, tra cui coriandoli, maschere, nastrini, stelle filanti. Si pensa a come festeggiarlo e quale vestito far indossare ai nostri piccoli. Ogni anno un vestito diverso, che stimoli la fantasia e la creatività. Infatti, il Carnevale è una festa con un forte valore simbolico, come spiega la stessa dottoressa Psicologa Francesca Santarelli, in un’intervista riportata dal sito TgCom24. La dott.ssa Santarella è una professionista del suo campo, laureata in Psicologia clinica e di comunità presso l’università di Milano Bicocca e che si è specializzata in terapia della famiglia approfondendo gli studi sulla prevenzione del disagio dei bambini ed adolescenti.

Consigli per i più piccoli

Quando il bambino è nella fascia d’età al di sotto dei tre anni, tocca al genitore scegliere inevitabilmente il costume che sembra più consono al proprio figlio, ma non sempre il bambino vuole mascherarsi, perché potrebbe avere paura con il trucco sul viso e con abiti non abituali.

Proprio per questo motivo, secondo la dott.ssa Santarelli, è preferibile limitarsi a festeggiare al nido, insieme ai suoi compagni di classe ed amici, dove il Carnevale rappresenta il massimo punto di condivisione ed aggregazione.

Stando tutti insieme, il bambino potrà sentirsi uguali agli altri e non vedere la propria differenza di look come un disagio, ma come uno stimolo per divertirsi insieme a tutti gli altri.

coriandoli carnevale

Il valore del Carnevale per i più grandi

Al di sopra dei tre anni tutto cambia, il bambino è più cosciente, può scegliersi il proprio travestimento liberamente e, il Carnevale, risulta essere una festa attesissima.

In quest’altra fascia di età, festeggiare il Carnevale è ancora più produttivo, in quanto il bambino inizia ad affermarsi con il proprio corpo, a rendersi conto di sé stesso, si vuole identificare con un personaggio a lui noto e in cui ripone aspettative, che sia un supereroe per i maschi, o una principessa per le femmine.

Tutto ha un’altra connotazione, inizia un po’ di sano narcisismo e stimola la loro fantasia e l’espressione dei loro gusti personali.


Leggi anche: Cosa fare a Carnevale se il bambino non vuole mascherarsi


I principi del Carnevale

L’importante è assecondare sempre i loro gusti, non forzarli e non criticharli. I bambini hanno i loro tempi e a noi tocca rispettarli e insegnare loro a trovare il canale giusto per esprimersi al meglio. Il Carnevale incarna pienamente questi principi, dare libero spazio alla loro originalità ed è una grande occasione per socializzare con i coetanei.

Sono laureata in Filologia Moderna (magistrale di Lettere Moderne) alla Federico II di Napoli. Non ho figli, ma ho una forte passione per il mondo dell'infanzia, per i rapporti genitori-figli e per tutto ciò che riguarda il nucleo familiare. Amo scrivere di me e di tutto ciò che mi circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *