storia carnevale

Carnevale bambini: il costume scelto svela il carattere del piccolo

Costume Carnevale Bambini: la scelta che svela il suo carattere

I travestimenti di Carnevale non vengono mai scelti a caso: gli abiti indossati portano con sé un significato e rivelano alcune caratteristiche del bambino. Avete già pensato al significato del travestimento scelto quest’anno?

Il gioco simbolico: una tappa della crescita

Travestirsi è un gioco molto amato dai bambini: fin da piccoli essi si travestono come il loro personaggio preferito o come l’animale del cuore: si tratta del gioco simbolico, il “fare finta di”.

Il gioco di finzione rappresenta una tappa della crescita: un oggetto viene usato per rappresentarne un altro che in quel momento non è presente (ad esempio una scatola potrebbe raffigurare una tenda dentro la quale nascondersi).

Molti bimbi piccoli, al di sotto dei tre anni, potrebbero essere spaventati dalle maschere perchè ancora non comprendono bene la differenza tra realtà e finzione. Tuttavia con la crescita, all’incirca tra i due e i sette anni, il bambino impara ad apprezzare il valore dell’imitazione: egli richiama alla mente un oggetto o un modo di fare conosciuto altrove e diventa in grado di riprodurlo. Quante volte le bimbe indossano le scarpe della mamma e ne imitano il comportamento?

Da cosa ti travesti a Carnevale? Ecco chi sei!

Accompagnare i bambini nella scelta del travestimento

Poiché per i bambini risulta così importante il gioco di finzione, allo stesso modo, per i genitori, è fondamentale rispettare i gusti del bimbo, anche nel caso in cui essi non corrispondano a quelli dell’adulto. Il travestimento di Carnevale va deciso insieme ai bambini, in modo che essi possano scegliere autonomamente in quale modo esprimersi e da chi (o cosa) travestirsi.

Anche l’idea di creare insieme ai propri figli l’abito di Carnevale potrebbe rappresentare un’idea divertente: non sono necessari particolari oggetti, ma solo una buona dose di fantasia!

Esatto. Si tratta di una vera e propria forma di espressione. Indossando nuovi abiti, i bambini possono rappresentare delle parti di sé che altrimenti resterebbero nascoste.

Con i travestimenti di Carnevale è possibile mostrare alcune caratteristiche che, socialmente, potrebbero essere poco tollerate.

Pensiamo al travestimento da “personaggio cattivo”: se quotidianamente l’arroganza non viene accettata, durante le feste di Carnevale essa è concessa!

Per il bambino in fase di crescita è importante, se non fondamentale, immaginarsi nei panni altrui, imitandone persino i modi di fare (ad esempio, fingere di ferire con la spada).

carnevale vestiti bambina

In base a cosa i bambini scelgono il travestimento?

Per i bambini scegliere di travestirsi come un determinato personaggio significa identificarsi in alcune caratteristiche dello stesso.

Spesso e volentieri una bambina travestita da principessa o da fata ha, tra le sue particolarità, l’essere sognatrice e romantica.

Se invece un bambino si traveste da Robin Hood o da Zorro, molto probabilmente apprezzerà l’onestà e la giustizia. Ancora, un bimbo travestito da pagliaccio vorrà fare emergere il suo entusiasmo e la capacità di sdrammatizzare con una risata.


Leggi anche: Carnevale bambini, perché è importante mascherarsi


Tuttavia il significato dei travestimenti di Carnevale non è sempre lineare: vi sono molte sfumature nell’interpretazione degli abiti. La risposta migliore sembra essere quella di parlare apertamente con i bambini e chiedere come mai abbiano scelto proprio quel vestito!

Sono laureata in Scienze dell'educazione e sono appassionata di lettura e di scrittura: scrivo da quando ero bambina, metto nero su bianco tutto ciò che mi passa per la testa! PassioneMamma è diventata l'occasione per unire la mia più grande passione alle riflessioni sui più piccoli, il cui mondo mi affascina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *