sesso_dopo_il_parto

Perché fare l’amore dopo il parto cesareo fa male

Fare l’amore dopo il parto

La ripresa dei rapporti sessuali dopo il parto può essere difficoltosa; ben il 49% delle donne prova dolore al primo rapporto dopo il parto. Nel caso del parto naturale, le eventuali lacerazioni e quindi suture, possono essere un ostacolo meccanico; tuttavia anche nel cesareo, dove non c’è un coinvolgimento diretto della vagina, fare l’amore può essere altrettanto doloroso.

In più, molte coppie, sono dubbiose su quando ricominciare; queste, vanno rassicurate sul fatto che non esiste un momento giusto e uno sbagliato, ma il momento cambia da persone a persone. Quando i neo genitori sono pronti, devono deciderlo da soli.

Perché fare l’amore dopo il parto cesareo fa male?

Il taglio cesareo è un intervento chirurgico a tutti gli effetti; per questo il primo motivo di una ripresa difficoltosa dei rapporti può essere la spossatezza della donna, che ha perso sangue e ha bisogno di evitare attività intense.

In più, e non di poco conto, vi è la presenza della ferita laparotomica, che probabilmente fa più male ed è più invasiva delle comuni lacerazioni da parto. La cicatrizzazione è dolorosa, e anche il minimo contatto rende i movimenti più dolorosi.

Quindi perché fare l’amore dopo il parto cesareo fa male? Principalmente perché la sutura coinvolge più strati (cute, muscolo, e utero) e questo genera il dolore dei punti che sono stati apposti per ricongiungere i tessuti lesi. Il dolore varia, ma solitamente non rende la donna serena e libera di muoversi come vorrebbe.

Perché fare l'amore dopo il parto cesareo fa male?

Altre motivazioni che creano dolore dopo il cesareo

Un altro motivo che determina il dolore dei rapporti è una riduzione della lubrificazione vaginale; infatti, se la mamma allatta, si riducono gli estrogeni circolanti, che garantiscono, anche, che fare l’amore sia meno doloroso. Sempre a causa del calo ormonale, la donna sente meno eccitazione e ha una riduzione dell’orgasmo.

Per evitare che fare l’amore dopo il cesareo continui a essere doloroso, è importante assumere posizioni confortevoli per la neo mamma. Secondo sondaggi e studi internazionali, una delle posizioni più consigliate è quella a cucchiaio o a stampo; in tale circostanza i partner stanno entrambi di lato, uno dietro l’altra.


Leggi anche: Fare l’amore dopo il parto, perché usare il lubrificante


Quindi, è chiaro che si devono prediligere posizioni che concentrino la pressione sulla schiena, o altrove rispetto al’addome che è rigido, indolenzito, e nel caso del TC anche materialmente leso e a rischio di traumatismi. Tuttavia, infine, già dopo 30-40 giorni la cicatrizzazione maggiore sarà avvenuta, e il dolore progressivamente diminuito.

Ostetrica, appassionata di ricerca clinica e scientifica. Sognatrice convinta, viaggio più del tempo che ho a disposizione e leggo libri nei rari momenti liberi che mi ritaglio. Scrivo e parlo tanto (troppo!) perché credo nell'enorme potere che ha l'informazione, e soprattutto nella forza che ogni donna ha nel mettere al mondo il proprio bambino. Email: c.lumia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *