pancia in gravidanza

Pancia asimmetrica in gravidanza: perché il bambino si posiziona di lato

Pancia asimmetrica in gravidanza

Durante le ultime settimane di gravidanza, il bambino raggiunge delle dimensioni tali da rendersi fisicamente evidente durante i movimenti. Infatti, nel corso dei suoi spostamenti all’interno dell’utero, si avranno delle deformazioni momentanee del pancione. Con il passare del tempo la futura mamma, e chi le sta attorno, sarà in grado di riconoscere movimenti più o meno vigorosi, calcetti, e spostamenti del piccolo.

Studiando tali comportamenti, si capisce che questo è l’unico modo attraverso cui il piccolo riesce a comunicare con la propria mamma. Ad ogni suono, spostamento, alimento ingerito e posizione assunta dalla mamma, corrisponde una reazione. Ad esempio, ad un suono improvviso può corrispondere un sobbalzo seguito da mancanza di movimenti per un periodo lungo: nulla di preoccupante!

pancia asimmetrica in gravidanza

Posizione bambino

Alla voce della mamma che gli parla dolcemente reagisce muovendosi. Quando percepisce il sapore di un alimento di suo gradimento ingerito dalla madre deglutisce e muovendosi dimostra il suo gradimento. Se c’è un momento di calma e tranquillità, reagisce spesso con vigorosi movimenti. Anche una canzone o un genere musicale a cui è abituato, per via dei gusti personali o le abitudini materne, può generare una sua reazione particolare, riconoscibile dalla mamma.

Perché il bambino si posiziona di lato

Una cosa certamente assai evidente e molto interessante è il fatto che il bambino si posizioni preferibilmente da un lato del pancione. Talvolta un lato, talvolta l’altro, e ci si chiede quale sia il motivo di tale preferenza. Molte mamme si rendono conto che il bambino preferisce un lato piuttosto che l’altro.

Generalmente l’utero nella sua evoluzione determina uno spostamento degli organi contenuti nella cavità addominale. A prescindere dal riposizionamento di questi, tra cui principalmente l’intestino, per via della colonna e degli organi impari, ci sarà più spazio lateralmente.

Di certo una zona dove il piccolo rileva minore resistenza e più modellabilità delle pareti uterine sarà preferibile e più comoda. Inoltre, non bisogna dimenticare il fatto che più cresce e più cosiddetta “posizione fetale” risulta necessaria.

La capacità dell’utero sarà sempre più limitata, e limitante nei movimenti, per cui una posizione tende ad essere mantenuta più a lungo. Il punto in cui si trova il dorso sarà quello che apparirà più voluminoso rispetto al punto dove si troveranno le piccole parti.

Ecco, di conseguenza, la straordinaria continua presenza di “bozzi” sulla superficie della pancia della futura mamma!

Sono un'ostetrica e svolgo con passione e dedizione il mio lavoro, orgogliosa, testarda e determinata in tutto quello che faccio. In virtù di questo continuo a studiare e specializzarmi per aumentare la mia preparazione, svolgo attività di volontariato e conduco corsi di accompagnamento alla nascita. Inoltre, adoro comunicare e mettere a disposizione delle donne le mie conoscenze e competenze!! :) Email: j.gugliotta@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *